Il sapone Dove "sbianca" una ragazza nera: bufera sullo spot

09 Ottobre, 2017, 17:22 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Lo spot del sapone che sbianca la ragazza nera: marchio Dove costretto a scusarsi

Neanche il ritiro dello spot però è servito a placare le accuse di razzismo visto che, sempre attraverso i social, alcuni utenti hanno segnalato precedenti analoghi per la Dove, oggi parte della multinazionale Unilever e uno dei tre marchi di prodotti per la pulizia del corpo più popolari al mondo. Ci dispiace se abbiamo offeso qualcuno": "le scuse su Twitter non sono bastate a interrompere le reazioni contro Dove, il noto marchio di prodotti di bellezza, che, dopo lo scivolone di qualche anno fa, ci è ricascato, pubblicando su Facebook una campagna giudicata razzista. "Ci scusiamo profondamente per le offese arrecate".

Nel 2011, infatti, Dove andò incontro a gravi critiche per un'immagine promozionale che mostrava tre donne, una accanto all'altra: una ragazza di colore, una con i capelli neri e infine una ragazza bionda, in ordine quindi dalla più scura alla più chiara.

Nel 2015, invece, Dove era finita al centro di una polemica per aver stampato su una crema solare la dicitura: "per tutte le pelli, da normali a scure".

In realtà la sequenza di immagini della campagna contestata si concludeva con la ragazza bianca che, una volta spogliatasi del tutto, rivelava tratti asiatici, ma comunque con il colore della pelle bianca. Sembra proprio, infatti, che dopo aver utilizzato il prodotto Dove, la donna abbia cambiato colore di pelle. In questo caso, fu sottolineato come la scritta sostenesse in modo implicito che la pelle scura non fosse normale.