Scivolone che non ti aspetti di Avellino, Brescia confeziona il colpaccio

09 Ottobre, 2017, 06:34 | Autore: Rufina Vignone
  • Condividi Facebook     	twitter                    	Venerdì 6 Ottobre 2017                    
       Vincenzo Di Vaio

La Sidigas recupera Fesenko, e Sacripanti lo butta subito nella mischia. Il centro Ucraino segna due punti in apertura di gara. Botta e risposta tra Rich e Landry, mentre Fitipaldo realizza la tripla (4-7). Partita molto veloce con gli attacchi che prendono il sopravvento sulla difesa.

Terzo Quarto: Avellino torna sul -1 grazie ai 4 punti di Rich, Brescia piazza il parziale di 8-0 con i canestri di Hunt e Vitale. Break di 5-0 per Avellino (14-19). Moore concretizza un gioco da tre punti, risponde Rich in sospensione, ma è ancora il numero 2 bresciano a segnare dalla lunetta (18-21). Sacripanti ruota tutti i suoi effettivi, entrano Zerini, Filloy e N'Diaye che confezionano il break che porta la Sidigas sul +6 (20-26).

Il secondo quarto, con la prestazione di Michele Vitali (13 punti nel periodo e una difesa magistrale) che si carica sulle spalle la squadra e infonde fiducia ai compagni, è il momento della svolta. Fitipaldo ne mette 5 di fila e Leunen con una tripla riavvicinano la Scandone.

Sidigas Avellino: Zerini 5, Wells 14, Fitipaldo 10, Mavric, Leunen 16, Scrubb 3, Filloy 2, D'ercole, Rich 18, Fesenko 5, Ndiaye 2, Parlato. Fesenko e la tripla di Wells mandano i biancoverdi avanti di 5. Break di 4 a 0 per Landry e Brescia scappa via (84 a 67). Al rientro sul parquet, cinque punti consecutivi di Michele Vitali riportano i padroni di casa a ridosso degli irpini. Rich ferma ogni tentativo di allungo bresciano (58-52). La Germani amministra il vantaggio fino al termine e chiude l'esordio casalingo con una vittoria importantissima per continuare il lungo percorso del campionato. L'ultimo quarto si apre con i canestri di Sacchetti e Hunt che danno il massimo vantaggio a Brescia (77-64). Wells e Moss non sbagliano dall'arco (80-67).

I biancoverdi escono sconfitti dal Pala George di Montichiari. Coach Pino Sacripanti, al cospetto dei cronisti, analizza così il match: "Disputata una brutta gara, Brescia è stata brava nel secondo quarto con il 6/6 da tre punti, noi siamo riusciti a restare attaccati alla partita fino al ventottesimo minuto, poi abbiamo preso un parziale sanguinoso".

Il tecnico canturino prosegue: "Non siamo stati capaci di gestire al meglio la palla e non siamo rimasti compatti soffrendo la fisicità degli avversari".