Autonomi sì, ma dalla Lega. Il Nord stronca il referendum

10 Ottobre, 2017, 05:23 | Autore: Rufina Vignone
  • Autonomi sì ma dalla Lega. Il Nord stronca il referendum

Nella serata di venerdi' 13 ottobre a Padova si terra' l'incontro "A tu per tu con il nostro referendum per piu' autonomia al Veneto" con Ivonne Cacciavillani (giurista) e Ferruccio Bresolin (economista), e con Giancarlo Giorgetti della Lega Nord, Elena Donazzan di Forza Italia, Domenico Menorello di Energie PER l'Italia e con le conclusioni di Stefano Parisi. "Da questo punto di vista capisco che c'è ancora ignoranza". I sindaci di Milano e Bergamo, Giuseppe Sala e Giorgio Gori, sono favorevoli così come il segretario regionale Pd in Veneto, Alessandro Bisato. Le idee ce le ha, lo ha dimostrato in questi anni, quindi gli auguro di non fare calcoli elettorali. Comunque sulla consultazioni non sono mancate le fibrillazioni per le critiche della leader di Fdi Giorgia Meloni. Anche perché non gli assegnano un significato politico nazionale, a differenza dell'esito delle elezioni siciliane, il 5 novembre, che saranno osservate da vicino per valutare la performance del M5s. Un dettaglio non da poco, perché il referendum consultivo della Regione non ha nulla a che fare con il Viminale, che invece ha dovuto dare l'ok all'uso del voto elettronico per il cambio dei Comuni. E meno tasse, meno burocrazia, meno leggi e piu' investimenti.

I risultati. Chiuse le votazioni (si voterà dalle 7 alle 23) il presidente di ogni seggio "schiaccerà un pulsante e stamperà la scheda su cui è scritto in quanti hanno votato, quanti sono i sì, quanti i no e quante le schede bianche" dice Maroni il quale assicura che "non ci sarà spoglio, rischio di brogli e sapremo immediatamente il risultato del referendum". "Serve un mandato politico forte per ottenere un completo sistema di autonomie locali", dice a Reuters il responsabile ricerca e sviluppo di un'azienda editoriale con sede a Milano. Forse parole come tablet, voting machine o simili possono intimorire gli elettori non più giovanissimi, e dunque Maroni si è esibito in una sorta di tutorial per dimostrare come funziona il tutto. "Quindi chiedere più autonomia non è un atto che contrasta ma che favorisce la solidarietà tra le Regioni, migliorando i numeri con cui l'Italia può tornare a competere nel mondo". Lo hanno fatto ieri con una nota ufficiale dell'Anci Veneto che, sottolineando l'importanza dell'appuntamento, richiama i primi cittadini a evitare personalismi e campanilismi nell'affrontare la questione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.