Abusava del fratellino su richiesta della "fidanzatina"

11 Ottobre, 2017, 21:55 | Autore: Menodora Allio
  • Pedofilo si finge ragazza e istiga 17enne ad abusare del fratellino arrestati

Il secondo, il suo fratellino di 10 anni più piccolo, da lui violentato e abusato per compiacere una fidanzatina virtuale 17enne, identità fittizia dietro la quale, in realtà, si celava il regista di tutto: un pedofilo seriale.

L'adolescente, di origini lombarde trasferitosi con la famiglia in Gran Bretagna, è stato fermato ed estradato in Italia attraverso un mandato di arresto europeo. Nei giorni scorsi il giovane è stato riportato sul territorio nazionale e ha confermato agli inquirenti l'autenticità dei fatti documentati.

La vicenda al centro dell'indagine è emersa dopo l'arresto del quarantenne per detenzione di ingente materiale pedopornografico. La Polizia però ha scoperto tutto, arrestato il pedofilo e individuato il minorenne che però, intanto, si era trasferito all'estero con la famiglia. L'adolescente dovrà infatti rispondere dei reati di violenza sessuale su minore, atti sessuali con minore e divulgazione di materiale pedopornografico, aggravati dall'abuso di relazioni domestiche.

Aveva conosciuto una ragazza sul web che poi era diventata la sua "fidanzata virtuale". Il pericolo per l'integrità psicofisica del piccolo e la necessità di interrompere le violenze avevano spinto gli investigatori a richiedere alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia l'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti del fratello maggiore, che però nel frattempo aveva lasciato l'Italia assieme alla famiglia.

Attraverso l'analisi dei dispositivi in possesso dell'uomo, arrestato alla fine dello scorso luglio, dalla Polizia postale di Verona, gli investigatori sono riusciti a ricostruire i contatti che questo intratteneva con giovanissimi prevalentemente di sesso maschile.

Rintracciato all'estero, il minore è stato rimandato in Italia grazie alla collaborazione tra le autorità giudiziarie e di Polizia italiane e inglesi.