Toninelli (M5s): fiducia su legge elettorale? È atto eversivo

11 Ottobre, 2017, 13:27 | Autore: Menodora Allio
  • 20171008_151353_EA21D750

A presentare la querela nel gennaio 2015 fu Gianroberto Casaleggio - morto il 12 aprile 2016 - dopo un post apparso nell'ottobre 2014 su Facebook in cui Ferrillo, in una discussione con altri utenti sulla politica, scriveva "mi sto preparando a fare le valigie per espatriare visto che il futuro di questo Paese è in mano ad un fallito e truffatore con sede legale a Milano"; il figlio Davide ha proseguito il procedimento costituendosi parte civile. Una fiducia approvata dal Governo su esplicita richiesta della maggioranza (Pd e Ap in testa) ma che, allo stesso tempo, aveva provocato reazioni di sdegno e dissenso fra le opposizioni. Così Alessandro Di Battista, del Movimento 5 Stelle, sulla decisione del Governo di porre la fiducia al testo della legge elettorale. "Qui si sta scherzando col fuoco". Portare avanti questa battaglia in modo non violento, come hanno fatto i catalani. "Con questa legge sarà composto da rappresentanti dei partiti".

Di Battista ha infine auspicato una mobilitazione generale nelle piazze, per esercitare pressione sul Parlamento e sul Governo ed evitare l'approvazione del Rosatellum bis.

Così, il povero Alessandro Di Battista, masticato e sputato dalla piazza, batte in ritirata verso il Palazzo che lasciava solo pochi minuti prima, mentre la folla applaude il proprio leader che ancora una volta sottolinea che non ha intenzione di parlare con i ladri.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Qualche brivido potrebbe esserci domani sul voto segreto. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.