Venezuela, rilasciati i tre giornalisti: uno è italiano

11 Ottobre, 2017, 03:23 | Autore: Menodora Allio

Roberto Di Matteo, il giornalista italiano arrestato in Venezuela è stato rilasciato dalle autorità. Quando la notizia del fermo è stata diffusa dal sindacato nazionale dei giornalisti locali, l'Sntp (Sindicato Nacional de Trabajadores de la Prensa), ci sono stati momenti di paura.

Dopo ore di tensione, la bella notizia: Roberto Di Matteo, il giornalista italiano finito in carcere in Venezuela, è stato rilasciato su decisione delle autorità di Caracas.

Tre giornalisti tra cui un italiano sono stati fermati nella giornata di sabato in Venezuela mentre tentavano di entrare in un carcere nello stato di Aragua per condurre un'inchiesta. La Farnesina si è subito messa al lavoro e da Sannicandro, paese di origine della famiglia, diversi sono stati gli appelli per liberare il 37 enne. E questa mattina era intervenuta anche la Federazione Nazionale della Stampa Italiana (Fnsi) con un appello del segretario generale Raffaele Lorusso e del presidente Giuseppe Giulietti per la liberazione del giornalista, ma anche per la difesa della libertà di stampa nel Paese latino-americano. Le autorità non hanno gradito e tutti sono finiti a loro volta dentro. In Venezuela, il Colegio Nacional de Periodistas (CNP) ha denunciato un'ondata di attacchi contro i giornalisti in particolare mentre coprivano le proteste dell'opposizione anti-chavista, tra aprile e luglio. Di Matteo, si precisa, nel corso dell'udienza è stato assistito da un legale di fiducia dell'Ambasciata. Insieme a lui sono tornati in libertà anche il collega svizzero Filippo Rossi e al venezuelano Jesus Medina.

Roberto era stato fermato con l'accusa di avere introdotto senza autorizzazione nel carcere di Tocoron strumentazioni per girare video e registrare audio. Noi speriamo rientri". E prosegue: "Non lo abbiamo ancora sentito, anche perché non ha il cellulare, glielo hanno sequestrato: suppongo che troverà la maniera per chiamare, e sicuramente contatterà prima la moglie.