Casa » Sport

Candreva, assalto al derby: "Milan arrabbiato? L'Inter lo sarà di più"

12 Ottobre, 2017, 15:52 | Autore: Ave Pintor
  • Inter Candreva verso il derby ''Milan arrabbiato noi dovremo esserlo di più''

"Queste sono cose che pensate voi addetti ai lavori".

Assolutamente sì, partite come queste, come poche in campionato, danno qualche energia in più. "Siamo carichi", ha detto il centrocampista in conferenza stampa.

Che impressione ti ha fatto Cancelo?

Partite per la definitiva consacrazione?

SULLE PROSSIME GARE - "Siamo l'Inter, dobbiamo provare a vincere tutte le gare. Il Milan arriva da gare non positive e sarà arrabbiato ma noi lo saremo ancora di più". "Sappiamo che sta bene e lo aspettiamo tutti". C'è una cosa che temi in particolare nel derby? Sono opinioni. Con la Fiorentina abbiamo fatto una grande partita e anche nel secondo tempo con la Roma.

La critica sul fatto che sbagli tanti cross? In campo c'è poco tempo e su tanti cross che faccio qualcuno va fuori o va alto. "C'è da migliorare, c'è Mauro in avanti, gli posso servire palle lunghe o più corte.". Da trequartista ho giocato ma conta fino a un certo punto. Siamo tornati da poco dalle nazionali, oggi lavoreremo sulla partita. "Ora c'è questo mese di campionato, la testa pensatoio a questo e all'Inter, poi a novembre penseremo a queste partite".

Devastante alla Lazio, un po' in difficoltà all'Inter, con diverse perplessità in nazionale. Io ho la coscienza a posto. Si può sempre migliorare. La differenza rispetto alle partite in biancoceleste contro la Roma? Sicuramente, però, possiamo migliorare, quindi se vinciamo e giochiamo male è un bene, pensiamo a quando oltre che vincere giocheremo anche bene. "Molto simili perché sono due grandi gare da giocare".

Squadra da evitare ai playoff per i Mondiali? "Il derby può darci una spinta", le sue parole.

Dice già tanto quello che abbiamo fatto finora, ora vogliamo fare cose importanti con la maglia che indossiamo. "Se vinciamo - continua - allontaniamo una squadra che può lottare per i primi quattro posti in classifica". Fa piacere essere accostato a gente che ha fatto la storia di questo club, spero di farla anch'io. Il gol non è un'ossessione. Fa sempre piacere segnare, vorrei farlo il primo possibile, ma l'importante è essere decisivo anche in altra maniera, è importante il bene della squadra. "Viene prima la squadra, quest'anno vogliamo arrivare in alto".

Fischi ingenerosi dopo una stagione buona, la scorsa? . Essere fischiati fa parte del nostro lavoro. L'importante è sapere di aver dato tutto.

Nazionale - "E' arrivato un gol importante per noi e per l'Italia".