Gli Stati Uniti annunciano la loro uscita ufficiale dall'Unesco

12 Ottobre, 2017, 17:51 | Autore: Menodora Allio
  • Gli Stati Uniti vogliono ritirarsi dall'UNESCO

La decisione "non è stata presa a cuor leggero - si legge in un comunicato del Dipartimento di Stato - e riflette le preoccupazioni degli Stati Uniti per il crescente arretramento dell'Unesco, per la necessità di una fondamentale riforma dell'organizzazione e per i suoi persistenti pregiudizi anti-Israele".

Gli Stati Uniti avevano già annullato il loro sostanziale contributo al bilancio dell'Unesco nel 2011, in segno di protesta per la decisione di concedere l'accesso alla Palestina.

La decisione verrà ufficializzata con un annuncio formale la prossima settimana, ma è stata confermata da fonti dell'amministrazione. Gli Usa intendono diventare poi un osservatore permanente della missione per "contribuire alle visioni, prospettive e competenze americane su alcune delle importanti questioni affrontate dall' organizzazione inclusa la tutela del patrimonio dell'umanita', la difesa della liberta' di stampa e la promozione della collaborazione scientifica e dell'educazione".

L'Unesco è stata fondata durante la Conferenza dei Ministri Alleati dell'Istruzione (CAME), gruppo di Ministri dell'Istruzione dei Paesi Alleati contro il Nazismo che si è svolta tra l'1 e il 16 novembre 1945.

"Una triste notizia" - La decisione degli Usa di ritirarsi dall'Unesco è "una triste notizia": lo ha dichiarato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov.

Testa a testa Francia-Qatar per la direzione generale dell'Unesco: al quarto giorno di votazioni, la candidata francese Audrey Azoulay e il candidato del Qatar (che preoccupa Israele) Hamad Bin Abdulaziz Al-Kawari sono a pari merito con 18 voti per succedere all'attuale direttrice generale dell'organismo Onu, la bulgara Irina Bokova. Sei anni fa Washington ha deciso di tagliare oltre 80 milioni di dollari all'anno per l'agenzia, circa il 22% dell'intero budget dell'Unesco, proprio in seguito alla decisione di far entrare la Palestina nell'organizzazione.