Claudia Gerini propose rapporto a tre alla modella Zoe Brock?

18 Ottobre, 2017, 02:24 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Zoe Brock

Il produttore, già a capo di Miramax Italia e stretto collaboratore di Harvey Weinstein, è stato accusato di essere colui che procurava le donne all'ex boss di Hollywood, ora caduto in disgrazia in seguito alle molteplici accuse di molestie o violenze sessuali.

Claudia Gerini ha deciso di querelare la modella neozelandese Zoe Brock, che l'ha tirata in ballo riguardo a una storia che sarebbe accaduta parecchi anni fa e che l'avrebbe vista protagonista insieme al fidanzato dell'epoca, Fabrizio Lombardo.

Zoe Brock era stata invitata da Lombardo, Weinstein e dal suo assistente Rick Schwartz ad un presunto party all'Hotel Du Cap, hotel a cinque stelle ad Antibes, in Costa Azzurra, dove si trovavano per partecipare al Festival del Cinema di Cannes del 1997, e la condussero nella suite del produttore americano: avrebbe dovuto arrivare altra gente, le dissero, ma non arrivò nessuno e Weinstein, dopo essersi spogliato cercò di convincerla a farsi fare e a fagli un massaggio erotico. "Claudia Gerini mi propose sesso a tre col suo compagno", ha raccontato. Profferte che la Brock non accettò.

Come riporta Dagospia, la Brock ha letteralmente raccontato a Variety: "Lombardo aveva una deliziosa fidanzata di nome Claudia Gerini, mi invitarono a Roma un paio di settimane dopo". "Ha fatto bene a denunciare gli abusi ma perché mettermi in mezzo con un episodio falso che peraltro non c'entra nulla con la molestia che avrebbe subito da Harvey Weinstein?", ha detto l'attrice italiana. Quando chiarii che non avrei dormito nel loro letto, dormii sul divano, sopportando i rumori mentre facevano sesso a volume molto alto. L'attrice ha inoltre annunciato che querelerà la modella per diffamazione. Era troppo tardi per prendere un treno, avevo paura di dormire in strada'.

"Querelo sono tutte falsità": arriva la risposta di Claudia Gerini accusata da una vittima di Weinstein nei giorni scorsi. Io non ho memoria di questa ragazza, non me la ricordo proprio, ma questo non significa che non mi sia stata presentata. "Mi dispiace è una cosa gravissima e io devo fermarla, sono costretta a fare un'azione legale contro questa modella Zoe Brock per diffamazione" ha dichiarato l'attrice italiana all'agenzia Ansa. Quello che è sicuro è che l'episodio in cui mi coinvolge, peraltro una vicenda di libero sesso tra adulti consenzienti, non è mai accaduto, è una assoluta mistificazione.