Al via la ventunesima edizione della giornata nazionale della colletta alimentare

24 Novembre, 2017, 04:11 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Colletta alimentare in 208 supermercati di città e provincia

Nel Comune di Prato sono circa 6mila le persone seguite dai servizi sociali, e il probleme più diffuso, subito dopo l'emergenza alloggiativa (Prato ha la media più alta in Toscana in materia di sfratto), è proprio quello alimentare, cioè delle famiglie che hanno difficoltà a fare la spesa.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina a Pescara in conferenza stampa da Luigi Nigliato e Cosimo Trivisani, rispettivamente presidente e direttore del Banco Alimentare Abruzzo, don Marco Pagniello, direttore Caritas Pescara, e Cristhian Caramanico, responsabile Risorse umane di Ico srl.

Sabato 25 novembre, in molti supermercati, troveremo i volontari che ci inviteranno a contribuire alla raccolta di alimenti per l'infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pomodori pelati, biscotti e, se trovate ancora un po' di spazio in fondo alla vostra coscienza, un sacchetto di caramelle non farebbe male.

4 milioni e 742mila persone di persone in Italia soffrono di povertà alimentare, di questi 1milione e 292mila sono minori. La Colletta in Lombardia sarà in 1800 supermercati e coinvolgerà 38mila volontari.

Lo scorso anno sono state raccolte più di 100 tonnellate di alimenti e in tutta la provincia alessandrina nel 2016 il Banco Alimentare ha distribuito oltre 900 tonnellate di cibi a 114 strutture caritative che assistono circa 20 mila persone.

Per ulteriori informazioni si può contattare il magazzino di Novara del Banco Alimentare del Piemonte al numero 0321 474452.

Nei punti vendita di quest'anno si alterneranno volontari provenienti da esperienze diverse: oltre alle realtà locali delle associazioni che collaborano a livello nazionale si aggiungono la Croce Rossa Italiana, la Protezione civile, le Poste Italiane, la caserma Babini di Bellinzago e altri privati per la parte di logistica con un supporto di volontari e mezzi di trasporto, gli Alpini, i Gruppi Scout, i diversi oratori e parrocchie, volontari delle strutture caritative convenzionate con il Banco Alimentare del Piemonte e tanti altri, giovani ed adulti, desiderosi di partecipare a questo grande gesto di carità.

Da vent'anni l'evento di solidarietà più partecipato d'Italia: stiamo parlando della giornata nazionale della colletta alimentare.