Caregiver familiare: lo Stato ne riconosce valore sociale ed economico

28 Novembre, 2017, 13:14 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Manovra, 60 milioni in 3 anni per i

Stanziati 60 milioni di euro per il triennio, dal 2018 al 2020, che andranno a incidere positivamente sul riconoscimento "del valore sociale ed economico dell'attività di cura non professionale del caregiver familiare". Nasce il Fondo per il sostegno dei caregiver familiari: il caregiver, dall'inglese, è colui/colei che si prende cura di un suo congiunto ammalato o disabile.

Sta proseguendo il lavoro della commissione Bilancio del Senato sulla manovra per il 2018. Questi si trattano di quelle persone che assistono, in maniera non professionale, familiari gravemente malati. I 60 milioni di euro disponibili, saranno attinti dal fondo speciale di parte corrente, utilizzando in parte l'accantonamento del Ministero dell'economia.

"L'approvazione unanime dell'emendamento che stanzia un primo (modesto) fondo a sostegno dei caregivers premia l'impegno della senatrice Laura Bignami e la volontà unitaria della Commissione lavoro - commenta il presidente della Commissione lavoro del Senato Maurizio Sacconi (Energie per l'Italia) - Il relatore dei ddl Angioni, Bignami, De Petris, sen".

Inoltre arriva anche uno sconto fiscale per tutelare le librerie; è stato approvato un emendamento da parte della Commissione che prevede per la vendita di libri al dettaglio un credito di imposta su Imu, Tasi, Tari e sull'eventuale affitto. L'emendamento definisce il caregiver come "la persona che assiste e si prende cura del coniuge, di una delle parti dell'unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto, di un familiare o di un affine entro il secondo grado, anche di un familiare entro il terzo grado, che a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di sé, sia riconosciuto invalido in quanto bisognoso di assistenza globale e continua di lunga durata, o sia titolare di indennità di accompagnamento". "Mi auguro quindi che, pur nel poco tempo che ci resta prima della fine della legislatura, si riesca ad approvare il disegno di legge sul caregiver familiare il cui esame e' fermo in commissione lavoro del senato, accelerandone i lavori in sede deliberante, considerata anche la grande coralita' di intenti che ha segnato il percorso dell'emendamento approvato". In questo modo, il testo potrà essere portato in Aula entro mercoledì.