Face ID di iPhone X aggirato nuovamente da una maschera

29 Novembre, 2017, 09:39 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Com'è fatta la maschera 3D che ha ingannato Face ID

Questa nuova maschera può contare su diverse immagini bidimensionali applicate sulla sua superficie, incluse quelle ad infrarossi per simulare gli occhi: se l'esperimento precedente per funzionare richiedeva la disattivazione della feature "Presta attenzione" (ossia quella in virtù della quale lo sguardo deve essere puntato verso iPhone X), tale limite è stato superato con questo nuovo tentativo.

Nel video, Apple spiega che bisogna prima fare un doppio clic sul tasto laterale, quindi guardare lo schermo per autorizzare la transazione. È esilarante e degno di nota vedere un gigante tecnologico come Apple prendere appunti dalle tendenze di Twitter e dagli usi dei suoi prodotti, anche se l'annuncio appare fin troppo consapevole.

Con la speranza che nessuno si trovi mai in una situazione simile, potrebbero esserci casi in cui individui malintenzionati potrebbero forzare un utente a consegnargli il proprio iPhone. Un oggetto, quindi, molto prezioso e che va trattato con cura, perché se lo danneggiassimo, ripararlo ci costerebbe una fortuna.

Face ID di iPhone X aggirato nuovamente da una maschera

Del resto c'era da aspettarselo: iPhone X è il più caro modello Made in Apple.

La tabella seguente, invece, mostra i costi di riparazione sia per lo schermo, sia per altri danni accidentali per tutti gli iPhone di Apple. Pensiamo soltanto allo schermo: i fortunati possessori di AppleCare+, la costosa assicurazione aggiuntiva, permette di riparare qualsiasi schermo iPhone con appena 29 euro. Magari possiamo considerare l'acquisto di una pellicola di protezione e di una cover per la scocca che, essendo in vetro, è anche molto fragile.