Apple, primo accordo con l'Irlanda: "Pronti a pagare 13 miliardi di tasse"

05 Dicembre, 2017, 17:39 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Accordo tra Apple e Irlanda per il pagamento di 13 miliardi di dollari per le tasse non pagate

Il governo irlandese ha raggiunto un accordo con Apple per il pagamento degli ormai famosi 13 miliardi di mancati versamenti fiscali contestati al gigante dell'hi-tech dalla Commissione Europea. Lo annuncia - secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg, poi ripresa dall'Ansa - il ministro delle Finanze irlandese, Paschal Donohoe, sottolineando che Apple verserà i fondi su un conto di garanzia.

L'intesa e' arrivata dopo che la Ue in ottobre aveva segnalato l'Irlanda al piu' alto organo giudiziario della Ue, la Corte europea di Giustizia, per avere fallito di attuare l'ordine del 2016 di collezionare tasse arretrate di Apple entro il gennaio 2017.

"Ad oltre un anno di distanza dalla decisione della commissione, l'Irlanda non ha ancora recuperato gli aiuti illegali, nemmeno in parte" ha spiegato la commissione. "Ci aspettiamo di ricevere il denaro sul conto da parte di Apple già nel corso del primo trimestre dell'anno". "Questo ci permetterebbe di chiudere la procedura". "Restiamo fiduciosi che la Corte ribaltera' la decisione della Commissione una volta che avra' analizzato tutte le prove". Secondo l'Antitrust europeo, con gli accordi fiscali stretti con Dublino nel 1991 e nel 2007, Apple è passata dal pagare l'1% di tasse sui profitti nel 2003 allo 0,005% nel 2014. "Speriamo di poter lavorare costruttivamente con le autorita' irlandesi per assicurarci che il recupero (degli aiuti a Apple, ndr) sia completato il prima possibile".