Casa » Sport

Inaugurata a Parigi la Hall of Fame della FIA

05 Dicembre, 2017, 18:51 | Autore: Ave Pintor
  • Inaugurata la Hall of Fame della F1: ci sono anche Schumacher, Alonso e Vettel

A tenere banco sono stati, in ordine di anno di vittoria, Jackie Stewart, Mario Andretti, Alain Prost, Nigel Mansell, Damon Hill, Jacques Villeneuve, Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Nico Rosberg.

Presenti ben 9 campioni del mondo della Formula 1, tra i 33 rappresentanti dei più prestigiosi titoli motoristici.

"La Hall of Fame della FIA è stata pensata per mettere in evidenza i campioni della storia dello sport automobilistico, che rappresentano o hanno rappresentato per la FIA valori come impegno, integrità, rispetto e sportività", ha dichiarato un orgoglioso Jean Todt.

"Tutti sappiamo che Michael dovrebbe essere qui e sono certa che gli sarebbe piaciuto esserci, ne sarebbe molto onorato". Todt parla con dolore di ciò che è accaduto a Schumi: "Michael è una persona molto speciale, lo è per il mondo dei motori, lo è per me, è un vero amico e continua a lottare per riprendersi", prosegue Todt, che non ha mancato di ricordare un aneddoto dei periodi trascorsi con il sette volte campione del mondo di F1: "Stava per iniziare la stagione 2001 e timidamente Michael, nonostante fosse campione del mondo, mi chiese: "Mi permettete di fare dei test a Fiorano per assicurarmi di essere ancora in grado di guidare?". Era sempre pieno di dubbi, fece quel test e non andò male". "Ciò dimostra la sua umiltà e una totale mancanza di arroganza", aggiunge Todt. "E' incredibile vederetutti questi nomi, questi volti" ha detto emozionato ilferrarista Vettel, questa è "una grande idea". Di molti di loro conosco solo le imprese.

Nella serata di ieri, lunedì 4 dicembre, la Federazione Internazionale dell'Automobile ha organizzato un evento, tenuto nel proprio quartier generale di Parigi, dove ha presentato la propria Hall of Fame in cui hanno trovato spazio tutti i piloti laureatisi campioni del mondo nella storia ultra sessantenaria della Formula Uno. "C'è tanta storia in questo sport, è ancora così viva e ciò è possibile anche grazie ad eventi come quello di questa sera".