Istat, record di occupati a termine: sono 2,8 milioni

07 Dicembre, 2017, 14:52 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Istat, record di occupati a termine: sono 2,8 milioni

Agenpress - In Italia i dipendenti a termine raggiungono un nuovo record storico: gli occupati a tempo determinato nel terzo trimestre del 2017 risultano pari a 2 milioni 784 mila. E neanche il milione di posti di lavoro in più millantanti da Matteo Renzi, già in campagna elettorale, riescono a far scendere la disoccupazione che dopo due cali consecutivi rimane stabile 11,2%. Lo rileva l'Istat, si tratta del livello più alto dall'inizio della serie, avviata nel quarto trimestre del 1992. "L'occupazione stimata dall'indagine sulle forze di lavoro, al netto degli effetti stagionali, è pari a 23,074 milioni di persone, in aumento di 79mila unità (+0,3%) rispetto al trimestre precedente", afferma l'Istat. Quindi si tocca il valore massimo da almeno 24 anni.

In particolare, nel terzo semestre le persone che hanno un lavoro sono aumentate di settantanovemila unità rispetto al trimestre prima, registrando anche un incoraggiante +0,3%. Questi sono 2.784.000 (+3,9% su base congiunturale e +13,4% annuo).

Se si guarda invece ai dati tendenziali, cioè in rapporto al terzo trimestre del 2016, il trend è simile. Analizzando le diverse fasce d'età, si rilevano diminuzioni sia per i 15-24enni (tasso al 32,3%, -2,2 punti su base annua) che per i 25-34enni (al 15,9%, -1,3 punti).

L'Istat ha poi spiegato che la crescita congiunturale dell'occupazione è dovuta soprattutto all'ulteriore aumento dei dipendenti nella componente a tempo determinato a fronte della stabilità del tempo indeterminato. Si tratterebbe invece di una normale trasformazione del mercato del lavoro, secondo Titti di Salvo del Pd: "Per il secondo trimestre consecutivo diminuisce la disoccupazione, diminuiscono gli inattivi e cresce l'occupazione, in particolare tra i giovani, segnando una tendenza che va a consolidarsi". Continuano invece a calare gli indipendenti, come imprenditori e liberi professionisti. In generale l' Istat fa notare come come la crescita dell'occupazione riguardi "entrambi i generi e tutte le ripartizioni ed è più intensa per le donne e nel Mezzogiorno". Tuttavia il numero assoluto resta ancora elevato, pari a 1 milione 651 mila, soprattutto tra le donne: le 'sfiduciatè sono oltre un milione.