Casa » Sport

Napoli, la Champions e la missione impossibile della banda Sarri

07 Dicembre, 2017, 01:54 | Autore: Ave Pintor
  • 20171205_194831_3A265CC2

La nostra superiorità territoriale non si concretizza in gol, la cosa che ci deve far pensare è la mancanza di certi movimenti e quindi di pericolosità. Niente di tutto ciò: l'algerino si è legato al club di De Laurentiis fino al 2022, risolvendo una delle grane peggiori per Giuntoli. "Il City tra tre giorni giocherà il derby di Manchester, con la qualificazione già acquisita c'era il rischio che si entrasse in campo con leggerezza".

EUROPA LEAGUE - Il Napoli ripartirà dall'Europa League: "E' una competizione che dovremo giocare con grande determinazione. Dobbiamo - conclude il tecnico del Napoli - lavorare per risolvere questi piccoli problemi". Se dunque queste polemicucce da tre lire sono un espediente "mourinhano" per distrarre l'attenzione degli addetti ai lavori dai reali problemi del gruppo azzurro è un fatto che può essere messo in conto. Dove abbiamo mancato questa qualificazione?

I gironi di Champions League hanno sentenziato: ieri Juventus e Roma si sono qualificate ufficialmente agli ottavi di finale, oggi il Napoli è stato eliminato, "retrocedendo" in Europa League. Inutile negare che la prima partita, quella in Ucraina con lo Shakhtar, è quella che ci ha complicato maggiormente il percorso.

MERTENS: E' UN MOMENTO DIFFICILE - Mertens riconosce che qualcosa s'è inceppato in un meccanismo perfetto fino a poche settimane fa: "Siamo in un momento difficile, in cui facciamo più fatica del solito a trovare le nostre giocate, ma vogliamo tornare più in fretta possibile ai livelli a cui siamo abituati".

Le attenzioni del Napoli ora sono rivolte alla Serie A: "Ora dobbiamo pensare alle prossime sfide di campionato. Sono troppo intelligente per continuare ad ascoltarti". "Sono certo che proverà a portare a casa il risultato". Dispiace essere usciti con una sconfitta, ci dovrà servire d'esperienza per il futuro.

Non arriva così la vittoria, né tantomeno la speranza della viglia diventa realtà. "Il morale non è al massimo, dopo due sconfitte, ma ci rialzeremo e onoreremo anche l'Europa League".