Provole contaminate da Listeria Monocytogenes trovate in caseificio di Carlopoli

14 Dicembre, 2017, 20:01 | Autore: Rufina Vignone
  • Provole contaminate da Listeria Monocytogenes trovate in caseificio di Carlopoli

Il prodotto è venduto con nome Provola formaggio a pasta filata di latte di mucca, commercializzato dai F.lli Gentile Snc di via Bellavista a Carlopoli (CZ).

Tutto è partito da un autocontrollo effettuato dal caseificio Cee F.lli Gentile di Carlopoli, un'azienda calabrese con sede a Catanzaro, a dimostrazione della buona fede dell'impresa alimentare e dei suoi gestori. La notizia è stata comunicata al Ministero della Salute che ha prontamente pubblicato il richiamo del lotto specifico. La misura di sicurezza si è resa necessaria dopo che un'analisi apposita sull'alimento ha manifestato la presenza di Listeria monocytogenes.

Urge la necessità di restituire le provole contaminate e di evitarne a tutti i costi il consumo. Il motivo del Richiamo è dunque la presenza di listeria monocytogenes che per chi non lo sapesse è un batterio gram positivo asporigeno aerobio e anaerobio facoltativo mobile a 28 gradi per la presenza di flagelli peritrichi, catalasi positivo ma ossidasi negativo. L'allerta prevede il richiamo dal commercio della provola per presenza di stoloni nel prodotto. E' importante però tenere in considerazione il lotto di produzione e la data di scadenza riportata sulla confezione, con la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro il". Marchio di identificazione dello stabilimento: IT 18/131/Cee. La data di scadenza riportata nel prodotto in questione è il 27 gennaio 2018.

Altri soggetti a rischio sono persone con carenze immunitarie e e anziani, a cui la listeriosi può causare meningiti, encefaliti, gravi setticemie.