Bce conferma i tassi, da Draghi nessuna ulteriore novità

15 Dicembre, 2017, 13:23 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Riunione BCE 4 coordinate per affrontare meeting e conferenza stampa

Lo ha reso noto il numero uno Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa successiva all'annuncio con cui la Bce, nella sua ultima riunione del 2017, ha comunicato di aver lasciato invariati i tassi di interesse.

Draghi ha parlato di previsioni che segnalano un "ritmo solido di crescita economica". L'inflazione è invece prevista a 1,5% nel 2017, 1,4% nel 2018 e 1,5% nel 2019 da rispettivamente 1,5%, 1,2% e 1,5% delle stime comunicate in settembre. I tecnici dell'istituzione hanno poi confermato all'1,5% la stima sul caro vita del 2019, mentre hanno indicato una previsione dell'1,7% nel 2020.

Quanto alla politica monetaria, la Bce ha confermato, come detto, i tassi d'interesse al minimo storico, oltre alle misure straordinarie già in vigore.

Inoltre, se le prospettive diverranno meno favorevoli o se le condizioni finanziarie risulteranno incoerenti con ulteriori progressi verso un aggiustamento durevole del profilo dell'inflazione, il Consiglio direttivo è pronto a incrementare il programma di acquisto di attività in termini di entità e/o durata.