Poste-Cdp, siglato accordo sul risparmio postale

15 Dicembre, 2017, 15:53 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Politica Regionale

Positiva Poste Italiane (+1,9%) dopo "la sottoscrizione dell'accordo concernente il servizio di raccolta del risparmio postale per il triennio 2018-2020". Lo rende noto un comunicato congiunto di Poste e Cdp sottolineando che nel triennio è prevista una remunerazione annua in favore di Poste Italiane compresa tra 1,55 miliardi e 1,85 miliardi, a fronte di obiettivi di raccolta concordati. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all'uso delle informazioni ivi riportate. Le parti, infatti, intendono rilanciare il risparmio postale con il riposizionamento di buoni e libretti, prevedendo maggiori investimenti in tecnologia, comunicazione, promozione e formazione, al fine di raggiungere una sempre più ampia platea di risparmiatori.

Rinnovata un'alleanza grazie alla quale, da oltre un secolo, "il risparmio degli italiani si trasforma in un volano di sviluppo e di crescita, contribuendo all'aumento degli investimenti strategici e al miglioramento della competitività del Paese".

Affinché il testo diventi efficace occorrerò attendere la sottoscrizione della convenzione tra Mef e Cdp per la gestione dei buoni delle serie trasferite allo stesso dicastero.

A Piazza Affari il titolo delle Poste non ha beneficiato oggi delle indiscrezioni su un possibile accordo, terminando la seduta in ribasso dello 0,24% a 6,11 euro, contro il -0,93% del Ftse Mib.