Casa » Sport

Nuoto, Europei in vasca corta 2017

17 Dicembre, 2017, 01:12 | Autore: Ave Pintor
  • Nuoto, Europei di Copenaghen: 3 ori per l'Italia con Dotto, Orsi e Sabbioni

Bottino ricco per l'Italia al termine della terza giornata di gare agli Europei in vasca corta in svolgimento alla Royal Arena di Copenhagen. "Sono contentissima" racconta raggiante la dorsista che conquista la prima medaglia internazionale della carriera e porta per la prima volta l'Italia sul podio della specialità. Anche Ilaria, con il suo 2:04.22, ha migliorato il record italiano. Finale anche per Ilaria Bianchi nei 100 farfalla donne (56 " 70), mentre non ce la fa Elena Di Liddo (undicesima in 57 " 64). "Non me l'aspettavo. Sono felicissima". "Ottimo tempo per l'azzurro che segna il nuovo record italiano in 52" 10, bene anche l'atro azzurro Geni che accede in finale con il sesto crono (52" 74). Stavo bene, ero sereno e sorridente prima della partenza. "Sono centista e quasi non ci credo - racconta la bolognese di Castel San Pietro seguita dal tecnico federale Fabrizio Bastelli - ho lavorato bene in gara perché dalla corsia 1 vedevo bene tutte e, prima dell'ultima virata, ci ho messo grinta e rabbia sapendo che potevo arrivare sul podio". Stamattina non avevo forzato per tenermi qualche energia in più. Per SuperGreg - argento anche ai mondiali di Windsor dello scorso anno quando fu battuto dal coreano Park Tae-hwan - chiusura in crescendo in 14'22'93, rintuzzando il ritorno del novergese Henrik Christiansen che finisce terzo in 14'25'66. Mi dispiace perdere un 1500, ma può succedere. Sto crescendo come uomo ed atleta. Mi fa piacere che abbia vinto Romanchuk. Ma Fede cerca sempre di migliorarsi giorno dopo giorno in allenamento: l'arrivo nel gruppo di Simone Sabbioni e Aglaia Pezzato hanno prodotto in lei nuovo entusiasmo per poter continuare a sopportare il logorìo di un nuoto spietato, che non perdona. Dopo sei anni a Ostia dove tutto era andato alla perfezione ho capito che a un certo punto bisogna sperimentare qualcosa di nuovo per avere nuovi stimoli: in Australia li sto trovando, questo mi renderà ancora più forte in estate e a Tokyo. Nelle semifinali disputate nel pomeriggio, Fabio Scozzoli e Nicolo' Martinenghi centrano l'ingresso alla finale dei 100 rana.

La semifinale ha promosso alla finale di stasera in cui vedremo impegnato il riccionese Sabbioni, ma non Lorenzo Mora che 7° nella prima semi si è dovuto accontentato del 14° posto generale, che ha commentato: "Non è andata, ma sono molto contento lo stesso".

Bronzo per Luca Dotto nei 50 stile libero dietro il russo Morozov e il britannico Proud.