Canone Rai, le regole per l'esenzione: le dichiarazioni entro il 31 dicembre

18 Dicembre, 2017, 15:04 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Canone Rai ed esenzioni 2018 dichiarazione di non possesso entro 31 dicembre				Credits Shutterstock

Il modello può essere utilizzato anche da un erede per dichiarare che nell'abitazione in cui l'utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata a un soggetto deceduto, non è presente alcun apparecchio tv. Questa dichiarazione, infatti, secondo la Legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208) "ha validità per l'anno in cui è stata presentata". Per farlo ci si può rivolgere al CAF oppure si può compilare il modello direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it) o della Rai (www.canone.rai.it) ed inviarlo telematicamente. Tuttavia, poiché la prima rata per il canone tv scatta già a gennaio 2018, sarebbe preferibile evitare il primo addebito, in modo da non dover poi richiedere il rimborso. In realtà i cittadini che non possiedono alcun apparecchio televisivo hanno tempo fino al 31 gennaio del 2018 per far pervenire questa comunicazione all'Agenzia delle entrate attraverso un modulo reperibile online per la dichiarazione sostitutiva di non detenzione.

Per quanto riguarda, invece, la dichiarazione di addebito su altra utenza (ossia il quadro B del modellino, la "Dichiarazione sostitutiva di presenza di altra utenza elettrice per l'addebito"), ossia quando si deve indicare la presenza di un'altra utenza elettrica per l'addebito del canone, non deve essere ripresentata annualmente. L'autocertificazione può essere mandata mediante l'applicazione web disponibile sul sito di Agenzia delle entrate (dopo aver richiesto le credenziali Fisconline o Entratel) o tramite gli intermediari abilitati, cioè commercialisti e centri di assistenza fiscale. Nei casi in cui non sia possibile l'invio telematico, è prevista la presentazione del modello, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale, in plico raccomandato senza busta all'indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. - Sportello abbonamenti tv - Casella Postale 22 - 10121 Torino.

In alternativa, i cittadini possono avvalersi degli intermediari abilitati (Caf e professionisti) per la presentazione telematica della dichiarazione sostitutiva.

Dal fronte delle associazioni dei consumatori arrivano commenti critici e richieste. In conclusione: coloro che non possiedono un apparecchio tv e che dunque non devono pagare il canone dovranno presentare la richiesta di esenzione entro e non oltre il 31 dicembre. Siamo nell'ambito di quello che chiamiamo 'fisco nemico', altro che 'fisco amico', la formula con cui viene presentato.

Il presidente dell'Unione nazionale consumatori, Massimiliano Dona, chiede di tagliare l'importo del canone, destinato nel 2018 a rimanere fermo a 90 euro (salvo che un decreto ministeriale disponga poi diversamente). Questo è avvenuto nel 2017 ma non è stato previsto per il 2018.