Anche sanzioni pecuniarie al genitore che pubblica foto del figlio sul web

08 Gennaio, 2018, 19:39 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Getty Images

Infatti, poco tempo fa il Tribunale di Mantova aveva statuito che i genitori possono postare sui social network foto dei figli minorenni, ma esclusivamente con il consenso di entrambi i genitori. Di qui le numerose (e inascoltate) lamentele del figlio per l'esposizione della storia familiare e delle controversie giudiziarie tra i genitori e il disagio che lo ha portato a chiedere al giudice di proseguire gli studi negli Stati Uniti per potersi "rifare una vita".

Il caso trae origine dalla denuncia di un ragazzo sedicenne che ha chiesto contro la propria madre, colpevole di aver pubblicato sul web varie foto e commenti che lo riguardavano. E, in aggiunta a quanto stabilito dal tribunale di Roma, le disposizioni che regolano la gestione dell'immagine dei minori entrano anche nelle condizioni per separazioni e divorzi.

I giudici hanno difatti ricordato che in base all'articolo 96 della legge sul diritto d'autore il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il suo consenso, salve eccezioni.

Inoltre i minorenni godono di una tutela rafforzata data dall'articolo 16 della Convenzione sui diritto del fanciullo del 1989. Se i genitori disattendono questi doveri può intervenire il giudice con sentenze che negli ultimi anni si sono mosse tutte nella stessa direzione: quella di tutelare i minori dai rischi di una sovraesposizione sui social.

Dunque non solo le foto dovranno essere rimosso ma è anche previsto un pagamento in denaro a favore dei figli. Oltre alla sanzione pecuniaria, saranno costretti a rimuovere le immagini.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.