Cina, petroliera iraniana rischia esplosione

08 Gennaio, 2018, 14:16 | Autore: Menodora Allio
  • Cina, petroliera iraniana rischia esplosione

La petroliera Sanchi, battente bandiera panamense, "rischia di esplodere o di affondare", ha detto il ministero dei trasporti cinese. A 36 ore dal tragico incidente, la petroliera è ancora avviluppata dalle fiamme ed ora si teme l'esplosione ed affondamento, che causerebbe un enorme disastro ambientale. La petroliera iraniana che ha preso fuoco, ha aggiunto, era stata affittata dalla Hanwha Total Co. della Corea del Sud.

Nel frattempo le ricerche dei trentadue membri dell'equipaggio dispersi (tra loro 30 uomini di nazionalità iraniana e due cittadini del Bangladesh) non hanno ancora purtroppo dato risultati positivi.

Secondo i dati delle autorità cinesi, la Sanchi trasportava 150 mila tonnellate (quasi 1 milione di barili) di condensato, un tipo di raffinato ultraleggero. La nave è controllata dalla Bright Shipping, società basata a Hong Kong, per conto della compagnia National Iranian Tanker.

La Cina e la Corea del Sud hanno mobilitato navi e aerei per la ricerca dell'intero equipaggio della petroliera, mentre anche la Marina Usa ha inviato da Okinawa un aereo P-8A. Salvi invece i 21 membri dell'equipaggio del mercantile.