Pomeriggio Cinque - lite tra Antonella Mosetti e Riccardo Signoretti

10 Gennaio, 2018, 00:31 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Pomeriggio Cinque - lite tra Antonella Mosetti e Riccardo Signoretti

Lunedì 8 gennaio 2018 c'è stata la prima puntata dell'anno di Pomeriggio 5 di Barbara D'Urso: e così c'è stata anche la prima rissa sfiorata tra Antonella Mosetti e Riccardo Signoretti, direttore del settimanale Nuovo. Insomma, un ritorno con il botto per il programma di Barbara D'Urso che si conferma una fucina del trash.

Antonella Mosetti a Pomeriggio 5 non chiarisce le cause dell'addio con Salvatore Gabriel Valerio. Galeotta la fine delle relazione della showgirl con Salvator Gabriel Valerio, provocata - secondo la Mosetti - dalle intrusioni dei giornali di gossip nella sua vita privata: peccato che la stessa showgirl, prima di Natale, si fosse rivolta ai giornali per comunicare urbi et orbi il suo amore per l'ex fidanzato.

La Mosetti non demorde: "Cricetino, vai a rifarti il naso per la quarta volta". Signoretti aveva detto parole forti sulla Mosetti e sulla figlia, Asia Nuccetelli, per i tanti ritocchi estetici a cui le due si sono sottoposte. Il commento di Riccardo Signoretti ha fatto infuriare la Mosetti che ha attaccato il direttore di Nuovo Tv: "Cricetino sta zitto, non mi mettere in bocca parole che non dico". Il botta e risposta è andato avanti tra battutine e provocazioni. Il giornalista è velenoso: "Lo sa bene Simona Ventura come fai il tuo lavoro".

L'ex di Non è la Rai ha perso il controllo rivolgendosi a lui come 'criceto', poi in men che non si dica si è passato da "Senti, criceto sarai tu che ti metti il fertilizzante in testa per farti crescere i capelli, che ti fa male anche al cervello, ma datti una regolata!". Non hai rispettato la donna che ti dava da lavorare, vergognati. Il riferimento è a quando Bettarini tradì l'allora moglie Simona Ventura con la Mosetti che lavorava a "Quelli che il calcio". Ti devi vergognare" e Signoretti: "Ma che messaggi mandi?

Sempre più infervorata Antonella ha risposto: "Vuoi che dico pubblicamente come fai il tuo lavoro?" Odi le donne perché vorresti essere donna, ma non lo sei. "Sei un uomo piccolo in tutto, sfigato".