Casa » Sport

Abidal: "Quando stavo male Messi si turbava a vedermi"

11 Gennaio, 2018, 21:12 | Autore: Ave Pintor
  • Abidal io malato Messi disse'sembri un cadavere

"Ma loro mi vedevano come un cadavere e questo li rendeva tristi". Sapete cosa mi rispose Messi? Eric Abidal è tornato a parlare della sua battaglia, poi vinta, con un tumore al fegato disgnosticato nel marzo 2011 e - nel corso di un reportage trasmesso da Canal Plus - ricorda un episodio molto forte accaduto con Leo Messi ai tempi del Barcellona. Di non mandarne più, perché così facendo avrei ottenuto l'effetto contrario.

L'ex atleta, che si è ritirato nel dicembre 2014 dal calcio giocato, descrive i momenti più duri della sua malattia: "Avevo questo dolore che non aveva mai sentito in tutta la mia vita".

LA RETTIFICA DI ABIDAL - I social accusano Messi di poco tatto nei confronti del compagno di squadra che stava passando un momento difficile, ma lo stesso francese ha poi rettificato provando a spegnere le polemiche sul nascere: "Quando mandai il video per sollevare la squadra Messi non mi disse mai di non inviare più cose del genere, né di non volerne sapere". "Ai loro occhi apparivo come un cadavere".

Quando invece il connazionale Henry, allora giocatore dei New York Red Bulls, lo andò a trovare la gioia è stata grande.

Una storia di enorme sofferenza, ma anche di rinascita, visto che il difensore dopo la malattia è ritornato in campo e, ad appena due mesi da quella tragica diagnosi, ha sollevato al cielo la Champions League. Era insopportabile, come un coltello che lentamente s'infila in una ferita aperta. "Non volevo che mi vedesse così, ma mi faceva davvero tanto piacere che fosse venuto a trovarmi". "Quando il medico mi disse che avrei dovuto fare un' altra operazione, paradossalmente ero felice".