Legge di Bilancio: Ecobonus 2018, è l'anno più conveniente per investire

11 Gennaio, 2018, 09:26 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Bonus risparmio energetico novità micro-cogeneratori

Il mondo condominiale è ancora al centro delle occasioni fiscali del 2018.

COME SI CALCOLA LA DETRAZIONE - Per il calcolo del tetto massimo di reddito per i familiari a carico vanno considerati solo i redditi che concorrono alla formazione del reddito complessivo IRPEF, soggetto a tassazione ordinaria, compresi i redditi dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni, con esclusione di quelli esenti come i redditi soggetti a tassazione separata, di quelli assoggettati a ritenuta a titolo d'imposta o ad imposta sostitutiva. In più, c'è una nuova detrazione dell'80% (spesa massima di 136mila euro per unità immobiliare) per le misure antisismiche che portino a una riduzione di una classe di rischio, realizzate insieme alla riqualificazione energetica.

La palla, però, è in mano all'amministratore e all'assemblea di condominio, due attori che, se non lavorano in piena collaborazione, vanificano ogni sforzo.

Ecobonus: cessione estesa alle singole unità La possibilità di cessione del credito corrispondente alla detrazione viene estesa anche alle ipotesi di interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle singole unità immobiliari, non essendo più circoscritta a quelli relativi alle parti comuni degli edifici condominiali. La diagnosi, per gli edifici vecchi, indica solitamente alcuni di interventi migliorativi piuttosto costosi. Esistono sul mercato diverse soluzioni per un finanziamento che - coordinate con la detrazione e il risparmio sulla bolletta energetica - di fatto riducono la spesa effettiva annua a poco più del 10% o la azzerano (ipotizzando una rateazione del prestito di cinque o dieci anni).

In sede di discussione parlamentare, sono stati aggiunti alla Legge di Stabilità 2018 i commi 665-667 che prevedono delle agevolazioni fiscali per gli studenti con Disturbi specifici dell'apprendimento (DSA).

Per approvare i lavori la maggioranza dei presenti che rappresenti almeno 1/3 dei millesimi è del tutto lecita, proprio in presenza di diagnosi energetica. Non solo: con la legge di Bilancio è stato creato anche un fondo di garanziaproprio per sostenere questi investimenti.

Tutte le novità sul Bonus Verde introdotto nella legge di Bilancio 2018. Nell'ambito del risparmio energetico vi è la proroga della detrazione del 50% fino al 31 dicembre del 2018 (fa fede la data del bonifico) delle spese relative all'acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto. Stesso discorso per i lavori di manutenzione straordinaria per recupero edilizio e antisismici, a meno che non siano di "notevole entità": in questo caso serve la maggioranza dei presenti e almeno 500 millesimi. Se infine gli interventi sono innovazioni, la maggioranza utile all'approvazione sale alla metà + 1 dei condòmini, almeno ⅔2/3 dei millesimi.