Maxi frode fiscale scoperta dalla finanza a Brescia: 25 misure cautelari

11 Gennaio, 2018, 23:24 | Autore: Menodora Allio
  • Evasore totale occulta 143 mila euro al fisco

Secondo la ricostruzione della Guardia di Finanza, infatti, l'uomo, il cui figlio risulta tra gli arrestati di oggi, avrebbe proposto a clienti di aprire società nel paradiso fiscale di Antarcticland. La frode all'erario ammonta a quasi 1,4 miliardi. Una maxi operazione denominata "All inclusive" illustrata in mattinata a Brescia dal comandante provinciale della Gdf bresciana col. Salvatore Russo e dal procuratore di Brescia Tommaso Buonanno.

Per questa ragione quattro membri dello studio sono accusati anche di associazione a delinquere: il titolare Graziano Gesti, la socia e fidanzata Elisabetta Dell'Onore, il factotum Busetti Fabrizio e l'anziano prestanome Roveda Antonio. Altre 8 sono finite ai domiciliari e per 4 è stato disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Allo studio si rivolgevano prevalentemente imprenditori senza scrupoli, attivi nel settore dell'edilizia e residenti principalmente nell'area di Palazzolo, Chiari, Orzinuovi e Rovato e nella bergamasca. Cuore del raggiro era lo studio milanese di consulenza tributaria e del lavoro dove sarebbero state falsificate le contabilità societarie con fatture inesistenti.

Ai clienti più esigenti veniva offerto il pacchetto 'all inclusive' che comprendeva la domiciliazione fittizia della società creata per l'emissione di false fatture, la fornitura del prestanome e la gestione della contabilità.

Le operazioni di servizio, quindi, hanno consentito di constatare la sottrazione di ricavi al fisco per complessivi 143.760 euro ed un'evasione i.v.a. per oltre 14 mila euro.