Fca investe 1 miliardo negli Usa. Bonus di 2mila dollari ai dipendenti

12 Gennaio, 2018, 22:50 | Autore: Menodora Allio

Annuncio ufficiale FCA (che piacerà a Trump): grazie "in parte" alla riforma fiscale approvata negli Stati Uniti prima di Natale e che prevede un taglio permanente dell'aliquota aziendale al 21% dal 35%, il gruppo guidato da Sergio Marchionne investirà oltre un miliardo aggiuntivo di dollari in una fabbrica a Warren, in Michigan, creando 2.500 Posti di lavoro nuovi. Lo ha annunciato la stessa azienda automobilistica guidata da Sergio Marchionne, aggiungendo che distribuirà un bonus di 2.000 dollari a circa 60.000 dipendenti negli Stati Uniti. Il programma è di spostare qui dallo stabilimento di Santillo in Messico la produzione della prossima generazione dei pick-up Ram Heavy Duty.

"È giusto - prosegue - che i nostri dipendenti condividano i risparmi generati dalla riforma delle tasse" e che riconosciamo "apertamente il risultante miglioramento nel business degli Stati Uniti, investendo di conseguenza nella nostra impronta industriale", ha fatto sapere l'ad.

La società ricordato che dal 2009 il totale degli investimenti effettuati negli States ha superato i 10 miliardi di dollari con oltre 25.000 assunzioni.

In Italia invece monta la protesta.

2017 DA URLO Il 2017 per FCA è stato un anno da segnare più che in positivo in calendario. "Regione e Comune convocheranno a breve un tavolo unitario per fare il punto sulle prospettive degli stabilimenti torinesi, in preparazione di un confronto con l'azienda ed eventualmente anche con il governo nazionale". "Non è più tempo di aspettare". Al centro del confronto il futuro di Fca a Torino: la diminuzione dei volumi di produzione, l'utilizzo degli ammortizzatori sociali e i futuri investimenti del gruppo nel torinese.