Casa » Sport

Blocco dei tifosi al Menti. La Berretti non va a Padova

13 Gennaio, 2018, 22:21 | Autore: Ave Pintor
  • Blocco dei tifosi al Menti. La Berretti non va a Padova

Illusi per mesi dalla società, nei suoi vari volti e proprietari, i calciatori del Vicenza calcio mettono in mora il club lo scorso 20 dicembre; a fronte dell'ultima promessa insoluta della società (nel frattempo passata nelle mani dell'attuale Amministratore unico Fabio Sanfilippo) la mancata ricezione delle mensilità dell'ultimo quadrimestre del 2017 fa sì che lo scorso 10 gennaio venga promosso dai calciatori, supportati dall' Associazione Italiana Calciatori, uno stato d'agitazione che, per evitare la sconfitta a tavolino e le sue conseguenze anche economiche, mette il club nella condizione di dover convocare la Berretti per la gara di Padova di oggi pomeriggio.

Tale irrevocabile decisione era stata comunicata dalla rosa di prima squadra al club vicentino che aveva, comunque, organizzato un pullman con la formazione della 'Berretti', accompagnata dal tecnico Zanini.

Nella nota si parla di 'comportamento non giustificato da parte dei tifosi' che avrebbero limitato la libertà dei ragazzi di poter scegliere di disputare l'incontro, ritendolo un atto 'decisamente lesivo della libertà di pensiero degli stessi'. Il motivo è che il Vicenza potrebbe decidere di mandare in campo la squadra Berretti, di fatto evitando sanzioni e prendendo così un po' di tempo. Strumento, questo, che permetterebbe al club di terminare la stagione in corso tenendo in vita, in caso emerga un acquirente interessato, il titolo sportivo; eventualità che oggi, per usare un eufemismo, si fa fatica a ritenere credibile. Poi però una spaventosa crisi: due sole vittorie in 13 partite, con sette sconfitte e una serie di 4 ko che hanno portato all'esonero di Alberto Colombo.

Blocco dei tifosi al Menti. La Berretti non va a Padova

E alla fine la gara di Coppa non si giocherà.

Padova e Vicenza affronteranno una partita particolare. Mazzocco dovrebbe invece essere il playmaker basso, in avanti Chinellato e Cisco sono pronti a fare coppia come era successo contro la Triestina. Sarebbero stati loro, secondo il volere della società berica, a dover scendere in campo, alle 14.30, per il match dell'Euganeo.