Consip, proroga di sei mesi delle indagini

13 Gennaio, 2018, 04:11 | Autore: Menodora Allio
  • Caso Consip, chiesta la proroga delle indagini per Luca Lotti, Tiziano Renzi e Del Sette

Accusato di favoreggiamento nel caso CONSIP, il ministro dello Sport Luca Lotti conoscerà il suo destino tra sei mesi.

E' un elenco di 12 nomi eccellenti quello compilato dagli inquirenti della Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta Consip e per cui si sollecitano altri 6 mesi di accertamenti. Richiesta di proroga anche nei confronti di Tiziano Renzi, padre dell'ex premier, degli imprenditori Alfredo Romeo e Carlo Russo, e dell'ex parlamentare del Pdl Italo Bocchino, che di Romeo agiva da consulente: per i pm che indagano sulla natura degli accordi illeciti tra Romeo e Russo e cercano di capire il ruolo svolto dagli altri due, "sono in corso riscontri sui tabulati telefonici e attività di raccolta di informazioni da parte di persone informate sui fatti".

Proprio Vannoni, il 21 dicembre 2016, aveva confermato le parole dell'ex Ad di Consip.

Sono accusati di violazione di segreto e favoreggiamento, ma il fascicolo CONSIP dei procuratori comprende diversi altri episodi e riguarda presunti reati differenti.

L'iscrizione del ministro sul registro degli indagati risale al 21 dicembre del 2016, il giorno dopo l'audizione, davanti agli inquirenti di Napoli, nella quale l'ex ad di Consip Luigi Marroni aveva ammesso di aver saputo dal ministro dell'indagine in corso sulla centrale acquisti della pubblica amministrazione.

Successivamente, l'indagine è stata poi trasferita per competenza a Roma. Sulla richiesta di proroga il gip deve pronunciarsi nei prossimi giorni. Sul fronte dell'indagine che attiene alle "gare Consip e Grandi Stazioni ed alle ipotesi di turbativa delle gare indette da tali stazioni appaltanti, è in corso una complessa attività di analisi della documentazione acquisita, accompagnata da attività di raccolta informazioni da parte di persone informate sui fatti".