Casa » Sport

Dakar, quinta tappa: vittoria per Barreda

13 Gennaio, 2018, 02:19 | Autore: Ave Pintor
  • Dakar quattro Peugeot 3008 DKR tra le prime cinque

Ma a misurare il valore del piazzamento di Amos sono i nomi dei pochi piloti che lo hanno preceduto: la tappa con partenza e arrivo nella località cilena di San Juan de Marcona (444 chilometri totali, 330 di prova speciale) è stata infatti vinta da Sebastien Loeb (9 titoli mondiali rally) seguito da Carlos Sainz (2 titoli mondiali rally), da Stephan Peterhansel (13 Dakar vinte tra auto e moto) e Mikko Hirvonen (15 rally mondiali vinti). Barreda, invece, è quarto a 7'33 dal leader della Yamaha.

Joan Barreda su Honda ha assestato una vittoria perentoria, con oltre dieci minuti di vantaggio su Matthias Walkner, alfiere della KTM. Si partiva a gruppi di quattro auto: noi ci siamo posizionati una trentina di metri dietro la linea del via dove c'erano gli altri che, però, hanno faticato a scattare per via della sabbia soffice.

In questa tappa, nessun pilota ha tenuto il suo passo. "Al secondo posto l'argentino Kevin Benavides su Honda (+3'03"), terzo l'australiano Toby Price (+3'28") su Ktm e al quarto posto l'americano Ricky Brabec (+3'55") su Honda. Ma il francese mantiene un piccolo margine in classifica, con 1' sua Benavides e 1'14 su Wallkner. Il campione della scorsa edizione si è aggiudicato la frazione tra Pisco e San Juan de Marcona, in Perù, ma deve ringraziare soprattutto il suo avversario Barreda, capace di perdersi nel deserto pagando quasi mezzora di ritardo. Nelle moto Adrien Van Beveren ha firmato una giornata perfetta.

Giornata molto brutta per il cileno Pablo Quintanilla (Husqvarna). Successo di misura su Peterhansel, 4 minuti che avvicinano anche la testa nella classifica generale, dove il pilota francese, navigato da Jean-Paul Cottret, è a poco più di 25 minuti.

Cyril Despres, che nella quarta tappa di ieri ha rotto la sospensione posteriore destra dopo aver urtato contro una roccia, è tornato in gara grazie all'egregio lavoro dei meccanici, concludendo la tappa al nono posto assoluto.