Governo Uk contro Ecuadorrifiutato status diplomatico

13 Gennaio, 2018, 14:32 | Autore: Menodora Allio
  • Ecuador concede la cittadinanza a Julian Assange Veronica Vestri

L'Ecuador ha concesso a Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, la cittadinanza. Se gli fosse stato concesso lo status di diplomatico avrebbe potuto lasciare l'ambasciata a Knightsbridge ed eventualmente il Regno Unito. Il nuovo presidente dell'Ecuador, Lenin Moreno, al potere dal maggio del 2017, aveva annunciato che Assange poteva rimanere all'interno della sede diplomatica ma - dopo un tweet di Assange a favore dell'indipendenza della Catalogna - il governo di Quito aveva invitato il fondatore di WikiLeaks a evitare dichiarazioni suscettibili di avere ricadute negative sulle relazioni internazionali ecuadoriane. L'accusa Marianne Ny, però, ha spiegato di voler riprendere immediatamente le indagini se l'uomo sceglierà di rendersi disponibile in futuro.

Secondo quanto riferisce Fox News, che cita a sua volta l'International Business Times, sembra che Assange "non si lavi abbastanza" e questo avrebbe portato a diverse lamentele del personale dell'ambasciata, dove il 46enne si è rifugiato nel 2012 per sfuggire all'estradizione verso la Svezia.

Wikileaks (il cui nome deriva dalla parola inglese leak, intesa in questo caso come "fuga di notizie") è una organizzazione senza scopo di lucro che riceve e pubblica, anonimamente, documenti coperti da segreti di stato. La situazione di Assange in ambasciata da oltre 5 anni è state definita "insostenibile" dal ministro degli Esteri di Quito, Maria Fernanda Espinosa.