Casa » Sport

Milan, indagine pm su vendita club

13 Gennaio, 2018, 11:07 | Autore: Ave Pintor
  • Milan, indagine pm su vendita club

In un articolo pubblicato oggi in prima pagina, la Stampa scrive che la procura di Milano ha aperto un'inchiesta sulla vendita del Milan da parte di Silvio Berlusconi all'imprenditore cinese Yonghong Li, finalizzata nella primavera del 2017.

La procura di Milano dopo mesi di dubbi, inchieste di quotidiani e ombre sulla cessione del club rossonero sta cercando di capire la regolarità di quest'operazione, che secondo le ipotesi investigative è stato un modo per schermare il rientro in Italia di una sostanziosa cifra. Da qui, la possibilità che possa essersi configurato il reato di riciclaggio. Per questo sarebbero partite una serie di verifiche per accertare il percorso dei flussi finanziari. Il fatto - si legge - è che almeno due grandi banche americane (Goldman Sachs e Bofa-Merrill Lynch) si sono affacciate all'affare per poi concludere che non si può fare ("Motivi reputazionali", spiega un banker). "In gran segreto, nei giorni scorsi, i pm hanno avviato un'inchiesta che tra le varie ipotesi comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio", scrive La Stampa. A coordinare l'inchiesta, il pm Fabio De Pasquale, lo stesso che in passato aveva indagato Berlusconi per la frode fiscale sui diritti tv ma che lo aveva anche difeso nella vicenda della scalata ostile di Vivendi a Mediaset. Una traccia, si deduce, che risalirebbe ai reali flussi di denaro partiti da Hong Kong. Da dove sia partita la svolta, al momento non è ancora chiaro. Eppure, nel novembre scorso, un'inchiesta del "New York Times", faceva a pezzi la nuova proprietà della squadra milanese. Yonghong Li, risultava "sconosciuto sia in Italia che in Cina".