Project Linda: un laptop "futuristico"

14 Gennaio, 2018, 00:34 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Razer CES 2017

L'azienda Razer, che spesso fa parlare di sé per il suo carattere innovativo e coraggioso, ha portato al CES 2018 un'interessantissimo concept. Durante il CES 2018 di Las Vegas, è stato riprodotto un breve video che mostra come il Razer Phone possa diventare il cuore pulsante di un laptop, il Project Linda.

Considerato che parliamo di uno smartphone pensato per il gaming, e comunque per la visione di contenuti multimediali, sia l'HDR che il Dolby Digital Plus 5.1 sono due funzionalità necessarie e apprezzabili, che siamo sicuri faranno felici i suoi possessori.

La piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon 835 del telefono e 8GB di RAM offrono performance reattive, trasformando istantaneamente Project Linda in un laptop Android.

Il problema reale di questa soluzione in realtà può essere proprio Razer, inteso come brand di fascia alta, la quale difficilmente lancerà sul mercato un prodotto del genere ad un prezzo che possa essere accattivante per l'utenza media.

"I power user Android e gli appassionati di laptop condividono l'esigenza di avere prestazioni elevate in formato mobile, che forniamo con i nostri Razer Phone e laptop Razer", afferma il co-fondatore e CEO di Razer Min-Liang Tan.

Project Linda trasforma in un notebook il potente Razer Phone, che presto sarà marchiato Netflix

L'idea può essere interessante ma è limitata ad una nicchia di persone, ossia coloro che per lavoro hanno bisogno di un prodotto compatto, finalizzato alla produttività leggera, come scrivere su word o sfruttare la suite "office" di google avendo sempre a portata di click tutti i dati e le app presenti sullo smartphone. Possiede una memoria da 200 GB, una porta USB-A e anche un jack per le cuffie.

La tecnologia alla base dell'illuminazione delle note tastiere Chroma di Razer è anche la stessa alla base delle luci e colori emessi da Ariana che, in buona sostanza, effettuando una scansione dell'ambiente circostante, sarà in grado di proiettare sulle pareti dietro lo schermo del vostro PC 'il resto' dell'immagine allargata, rendendovi così al centro di una grande 'stanza monitor'.

Ovviamente, una volta inserito lo smartphone nell'apposito vano, è possibile utilizzare la superficie come un pad o come un pannello interattivo (utilizzo simile alla barra OLED montata sugli ultimi Macbook Pro): quest'idea è molto comoda e funzionale.

Oltre 4.000 aziende competono ogni anno per questi riconoscimenti al CES, la fiera tecnologica più prestigiosa al mondo.