Fca, vendite in Europa +5,2% nel 2017, -16,1% a dicembre

17 Gennaio, 2018, 18:26 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Fca, vendite in Europa +5,2% nel 2017, -16,1% a dicembre

FCA ha venduto, globalmente, un totale di 1.044.714 unità con una quota di mercato del 6.7% ed una crescita percentuale rispetto al 2016 del +5%. Il mercato del Regno Unito ha toccato quota 2.540.617, un livello decisamente elevato, anche se rispetto al record del 2016 si registra un calo del 5,7% dovuto soprattutto alle incognite della Brexit e all'introduzione nel corso del 2017 di un'imposta legata alle emissioni di CO2. Tra i cinque principali mercati Italia (+7,9%) and Spagna (+7,7%) registrano i più forti tassi di crescita, seguiti da Francia (+4,7%) e Germania (+2,7%). Un risultato arrivato nonostante la frenata registrata nel mese di dicembre, periodo che ha segnato un calo del 4,9% nelle immatricolazioni, e che per la prima volta dal 2007, come evidenzia l'Acea, l'associazione europea dei produttori di auto, porta il mercato a superare i 15 milioni nuove registrazioni. A dicembre le vendite di Fca sono scese del 16,1% a 69,129 unita'. Tra le asiatiche, Toyota mette a segno la crescita più significativa, pari al 13%, e porta la quota di mercato dal 4,1 al 4,5. Lancia Ypsilon continua a essere molto apprezzata in Italia: nel 2017 è la vettura più venduta del segmento B. Lo sottolinea Fca in una nota in cui commenta i risultati sul mercato europeo.

Nel contesto dei 28 paesi dell'Unione giocano un ruolo decisamente dominante cinque grandi mercati che nel 2017, con 11.298.055 immatricolazioni, si sono aggiudicati il 75% delle vendite. Oggi a catalizzare l'attenzione sono i dati sulle immatricolazioni auto in Europa a dicembre e nel 2017. Per il presidente Gian Primo Quagliano, "il mercato mondiale vive una fase di crescita ininterrotta dal 2010" e a dare ulteriore sviluppo al settore sarà "l'attrazione esercitata sugli automobilisti dalla fortissima innovazione tecnologica, destinata ad aumentare con l'affermarsi dell'auto a guida autonoma".

Il mercato tedesco con quattro crescite consecutive ha toccato il livello più alto dal 2009, mentre il mercato italiano è ancora decisamente lontano dai livelli ante-crisi, ma negli ultimi quattro anni ha avuto una crescita del 51% rispetto al minimo del 2013 e con 1.970.497 immatricolazioni ha riconquistato l'ottava posizione tra i maggiori mercati del mondo.

Nell'anno, spiega la casa automobilistica, aumentano le vendite di valori superiori a quelli del mercato i brand Alfa Romeo (+29,5%, la maggior crescita tra tutti i costruttori), Fiat (+4,5%) e Jeep: +3,5%, si tratta del miglior anno di sempre per il marchio, ancora migliore rispetto al record ottenuto nel 2016.