D'Alema parla a tutto campo a 'Mezz'ora in più'

22 Gennaio, 2018, 00:40 | Autore: Menodora Allio

Massimo D'Alema, ospite di Lucia #annunziata su Rai tre nel suo programma "Mezz'ora in più", ha parlato a tutto campo delle prossime elezioni, dando probabili esiti ed eventuali "consigli" su come dovrà essere gestita la fase postvoto. Non sono mancate le note piccate, specie per la radicale Emma #Bonino e la Legge elettorale.

Pd-Bonino, scelta che non capisco Parlando dell'intesa tra la Bonino e il Pd, con l'ingresso di +Europa nella coalizione di centrosinistra. dice: "Questa legge è un obbrobrio, lo diceva anche la Bonino che ora però cerca voti con quella legge. Ma è una scelta che fatico a capire".

D'Alema, che si candiderà nella sua Puglia con la lista dei fuoriusciti dal Pd, Liberi e Uguali, ha annunciato con molta sicurezza che la lista del Magistrato Grasso raggiungerà alle elezioni del 4 marzo le due cifre e che sicuramente farà molti danni, e questo è quello che infatti pensano in molti, al partito guidato dall'ormai nemico dichiarato Renzi. "Quando parlo di un governo del presidente intendo invece dire che se ci troviamo di fronte ad una situazione di stallo, il presidente agisce e propone una personalità al di sopra delle parti che interviene". Non siamo noi quelli che hanno diviso, perché quel popolo era già stato diviso. "A casa queste mummie che hanno distrutto l'Italia", sono le parole di Salvini. "Non facciamoci del male, il Pd ci lasci lavorare", ha aggiunto, sostenendo che "l'ossessione del Pd con cui si è aperta questa campagna elettorale non è 'battiamo la destra' ma 'schiacciamo Liberi e Uguali'". "Liberi e Uguali è nata per dare una risposta a quei lavoratori che si sono sentiti traditi, a quegli insegnati che hanno subito una legge che trasforma scuole in aziende e a tutti i cittadini che si sentono delusi e non votano e sono elettori di centrosinistra". Io ho l'ambizione è arrivare alle due cifre, ma adesso bisogna conquistarle.