Made in Italy di Ligabue: video intervista a Stefano Accorsi

22 Gennaio, 2018, 18:16 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Ligabue sono amore e rabbia

"Made in Italy racconta la storia d'amore di una coppia ma anche di una famiglia, di un amore verso la propria terra e l'Italia" - racconta Luciano Ligabue - "Si sviluppa il concept delle canzoni dell'album con una narrazione che ovviamente nel film diventa molto più articolata e ricca". A Silvia Toffanin confessa: "Mi sentivo in colpa per il successo che avevo raggiunto, sono andato un po' in crisi, perché ero abituato a portare a casa 1 milione di vecchie lire al mese, a fare i conti con quelli". E poi volevo una storia interessante, volevo girare un film che fosse di cuore: dire a Domenico che non l'avevo era a scusa migliore per evitare di fare un film, ma poi è arrivato il disco, e col disco la storia ce l'avevo.

Riko interpretato da Stefano Accorsi cosa rappresenta per lei? Dopodiché nella vita ho capito che è una cosa per la quale non sono proprio portato, non so recitare.

Luciano Ligabue "Questo è un film composto da brave persone". Volevo dar voce a chi di solito non l'ha e non sa urlare. Una storia di gente comune, che ce la fa nonostante spesso nel nostro Paese non sia per niente facile. "Ci ho passato davvero tanti pomeriggi nei cinema di Correggio, e poi accompagnavo mio padre che si vedeva tutti i film western che uscivano, anche se poi non gliene piaceva neanche uno". Storia che presto potremo ammirare al cinema in modo lineare, diretto, aiutati dalla musica e da un cast di livello.

Luciano Ligabue "Fare un film è un lavoraccio, una fatica boia che ti costringe ad una concentrazione continua". "Io l'Italia la vedo in una fase d'incertezza importante, ma non è importante come la vedo, è importante il sentimento che continuo a provare, e che volevo raccontare attraverso gli occhi di qualcuno che ha meno privilegi di me".