Siracusa, perde occhio dopo pestaggio: "Aggredito perche' gay"

22 Gennaio, 2018, 05:40 | Autore: Menodora Allio
  • Prima gli insulti poi il pestaggio perde un occhio

L'episodio, grave nei contenuti, amaro per il rischio di deriva sociale che inevitabilmente rappresenta si è consumato ieri ad Augusta. Secondo la ricostruzione fatta dai militari dell'Arma, il ragazzo vittima del pestaggio si trovava in compagnia dei suoi amici, a trascorrere il sabato sera in una piazza del centro cittadino, quando senza alcuna ragione Miduri, arrivato a bordo della sua auto, iniziava a deridere un altro membro della comitiva, spostando subito dopo le sue mire da "dominatore" proprio sullo studente poi malmenato, che avrebbe resistito ben oltre i limiti della sopportazione alle angherie del bullo, per poi essere massacrato di botte al tentativo di una timida reazione. I medici hanno sottoposto il paziente a un delicato e lungo intervento chirurgico oculistico, che purtroppo non è stato risolutivo. Al vaglio dei militari dell'Arma di Augusta anche "altri eventuali episodi o forme bullismo da contestualizzare in gesti di scherno e atti di prevaricazione commessi dall'arrestato in danno di altre vittime che non hanno mai denunciato". Poi ha rivolto le sue "attenzioni" sul ventenne. Dopo vari schiaffetti al volto e frasi di scherno, ha colpito lo studente con violentissimi pugni al volto.

Il Miduri dileguatosi immediatamente, veniva prontamente rintracciato nella stessa Piazza in cui era avvenuta l'aggressione, tratto in arresto e dopo le formalità di rito tradotto presso la casa Circondariale di Siracusa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Pesante, purtroppo, il bilancio, perché la giovane vittima, operata d'urgenza all'Umberto I di Siracusa, ci ha rimesso un occhio, colpevole soltanto di essersi trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Lo dichiara Fabrizio Marrazzo portavoce di Gay Center e Responsabile del numero verde Gay Help Line. Ad indagare sulla vicenda i carabinieri di Augusta, che sono intervenuti sul luogo dell'aggressione nella notte. "Alla politica rilanciamo l'importanza che la legge contro l'omofobia sia presente nei programmi di tutti gli schieramenti".