Venezia: ristoranti-trappola per turisti. 4 bistecche e frittura: 1100 euro

22 Gennaio, 2018, 00:37 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Venezia: quattro bistecche, frittura di pesce e acqua. Conto: 1100 euro Anche coperti e servizio, negli scontrini ai turisti giapponesi. La denuncia di un'organizzazione sociale

Quattro bistecche, altrettante fritture miste, acqua minerale e servizio. Si aggiunge un nuovo caso, quello di 4 studenti giapponesi, alla classifica dei conti da infarto presentati a fine pranzo ai turisti dai locali del centro di Venezia.

I quattro turisti, tutti studenti universitari, avrebbero già lasciato Venezia per Bologna ma, secondo Gasparinetti, avrebbero presentato denuncia.

Il gestore della trattoria ha dichiarato di "non ricordare di avere avuto problemi con clienti giapponesi in questi giorni". Talvolta, osserva il portavoce della piattaforma civica, "il turista viene considerato un pollo da spennare - prosegue Gasparinetti - Pensiamo a questa guida come un servizio alla città per evitare gli eccessi opposti, che il turista arrivi prevenuto a Venezia e si porti un panino da casa avendo paura di sedersi a mangiare". Ma Gasparinetti non indietreggia, sostenendo che questo è solo l'ennesimo caso.

Se i 4 hanno pagato carissimo altri tre amici, in un altro ristorante, per tre piatti di pasta al pesce avrebbero speso 350 euro. Perché può capitarvi di andare in quella osteria nei pressi di piazza San Marco. Peraltro, questo secondo locale, sarebbe lo stesso chiamato direttamente in causa lo scorso novembre per aver fatto pagare 526 euro a tre viaggiatori orientali per un pranzo sempre a base di pesce. La vicenda era stata commentata con ironia, ma con parole taglienti, dal sindaco Luigi Brugnaro: "Pezzenti - aveva detto - Uno mangia e beve, poi dice che non sapeva la lingua".