Casa » Sport

Di Francesco: "Ad ora Dzeko parte titolare"

23 Gennaio, 2018, 15:44 | Autore: Ave Pintor
  • Roma esterno o punta centrale? Ecco tutte le soluzioni per il dopo Dzeko

La Roma di Eusebio Di Francesco prova a voltare pagina, dopo due mesi di delusioni e di risultati scadenti: una vittoria, tre pareggi ed altrettante sconfitte nelle ultime sette gare, nelle quali i sogni di gloria dei giallorossi del tecnico pescarese sono andati in frantumi.

Il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco ha presentato la sfida in conferenza stampa, rispondendo anche a domande di mercato. "Attualmente tutti i giocatori che sono convocati sono a disposizione - ha spiegato Di Francesco -". È ovvio che poi si possa parlare dell'aspetto mentale. Di sicuro, giocheremo tutte le partite per vincere: "ho rivisto lo spirito di una Roma che mi piace, quello che ci deve portare al meglio ad affrontare le partite di campionato e lo Shakhtar in Champions". Vedendo il risultato di domenica si direbbe di sì, ma è la stessa squadra che ha perso anche a Benevento. Una squadra che ha avuto grande predominio del match, deve creare di più e finalizzarle per tutta la gara. Noi però potremo creare tante difficoltà a loro. A Marassi non ci sarà Edin Dzeko, oramai in procinto di diventare un nuovo calciatore del Chelsea: tutto fatto per il bosniaco, che con Emerson Palmieri si trasferirà alla corte di Antonio Conte. Ma ci eravamo abbassati anche col 4-3-3. "Tutto quello che ho attorno non mi aiuta a concentrarmi al meglio, ma faremo di tutto per giocare con intensità e con l'idea giusta di calcio come fatto a San Siro". "Non cerchiamo alibi. Sono situazioni da affrontare a testa alta e con personalità da parte di tutti".

Si recupera domani il match tra Sampdoria e Roma.

Quando dice "la società determina tantissimo" significa che è sempre d'accordo con la società o deve accettare quello che le dice il club? "La scelta quindi potrebbe ricadere su un esterno o su un centravanti puro". O torno a casa o affronto le situazioni, io non scappo mai, le situazioni cerco di affrontarle. "Mi è piaciuto molto contro l'Inter e potrebbe essere riproposto in questo ruolo anche in futuro".

"Si sceglie un percorso e se ci sono delle situazioni da limare, vanno affrontate senza scappare". Poi mi rifaccio alle parole di Monchi che certe scelte vengono dettate dalla società, che si legano ad altre situazioni. "A volte quando tu non riesci ad uscire anche una palla buttata nell'altra metà campo ti permette di riaccorciare e guadagnare campo e di essere aggressivi". Abbiamo preso gol in una situazione in cui io ho rinforzato la linea difensiva.

Schick. "Se mi aspetto un salto di qualità?" Poi si sofferma ulteriormente sull'argomento caldo. Anche Defrel può giocare eventualmente di punta. Patrick deve crescere nella determinazione. "Deve trovare fiducia in quelli che sono i suoi grandi mezzi".

De Rossi out. Strootman può avere un futuro in quel ruolo? Io ho sempre scelto in autonomia le formazioni.

C'è una chiave di lettura. "Non avere avuto la possibilità di avere un centrocampista di ruolo in panchina non mi ha permesso di continuare quel tipo di gioco che ci permetteva di non abbassarci". "Abbiamo esaltato la gara di Alisson, che ha fatto un'ottima partita, ma la Roma in generale poi ha rischiato poco".