I furbetti del rimborso gettano discredito sui 5 Stelle

16 Febbraio, 2018, 08:50 | Autore: Nazario Acquaviva
  • M5s lo scandalo Rimborsopoli si allarga buco di oltre 500mila euro

Restiamo orgogliosi di quello che è il MoVimento 5 Stelle. "Se avessi difeso questa gente - replica Di Maio -, magari l'avessi anche candidata ministro, questo tema aveva un senso".

"Ieri sera l'ex Cav Berlusconi, ospite della trasmissione Porta a Porta, seduto alla stessa scrivania dove 17 anni fa (2001) firmò quello che definì 'contratto', ha siglato il suo 'impegno con gli italiani' (il 'patto di San Valentino", come gli hanno fatto notare in studio): "Mi siedo con emozione e mi impegno a lavorare al fianco del presidente del Consiglio per realizzare posti di lavoro", ha detto l'ex premier dando lettura al documento di poche righe.

La replica del candidato premier del M5S, se da una parte ha delle valide ragioni, dall'altra fa venir fuori delle forti perplessità riguardo al primato dell'onestà sbandierato dal movimento fondato da Beppe Grillo. "Sono una piccola percentuale rispetto alla stragrande maggioranza dei candidati, dei parlamentari che hanno fatto il loro dovere, così come gli europarlamentari e i consiglieri regionali".

Di Maio ha poi fatto riferimento ad un "margine di errore tra i conti verificati di circa il 2% ma non lo consideriamo perchè abbiamo chiesto estratti conto ed è emerso che è tutto ok". "Questo dato - ha aggiunto - lo sbandiereremo ovunque, sarà un boomerang per le forze politiche che in questi anni hanno rubato ai cittadini". Questa campagna elettorale non è capace di affrontare il problema politico e antropologico dei migranti, motivo per cui grazie a Salvini il loro numero aumenterà e pure le loro tutele saranno estese e, grazie all' incomprensibile buonismo, che non si capisce proprio quale genitori abbia, continuerà a non capire che i migranti sono un lucido disegno per indebolire il sistema culturale ed economico dell'Europa. Ci sono poi "altre questioni", di singoli parlamentari, sulle quali decideranno i probiviri.

E, spiega il servizio, "non si tratterebbe del solito metodo di annullamento del bonifico appena inviato, che permetteva così di inviare la ricevuta al sito tirendiconto.it e quindi di risultare formalmente in regola, che in tanti hanno praticato". "Noi abbiamo restituito decine di milioni di euro, gli altri si sono mangiati decine di milioni di euro". Di Maio ha scalato un movimento che non era scalabile. Ore in cui lo stesso Di Maio sembrava averlo scaricato: "Non so nulla di lui, non mi risponde al telefono".

"Sul fondo ci sono 23 milioni e 468 mila euro, oggi i dati li potrete vedere tutti", spiega parlando del resoconto delle restituzioni degli esponenti del Movimento al fondo per il microcredito. Anche diffamatorio, probabilmente. Se mai, dimostra mancanza di serietà, di correttezza. Lo staff dei 5Stelle per ora non dà cifre, ma ammette che 'mancano più soldi di quanto affermato dalla stampa'. Per questo ho deciso di aderire ad un nuovo progetto: un movimento, che nascerà a breve, e che si occuperà proprio di imprenditori e risparmiatori.