Petro: la criptovaluta di stato venezuelana raccoglie 735 milioni di Dollari

23 Febbraio, 2018, 00:01 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Petro: la criptovaluta di stato venezuelana raccoglie 735 milioni di Dollari

Caracas, 21 feb 15:00 - (Agenzia Nova) - Il "Petro", la criptomoneta venezuelana legata alle riserve di idrocarburi nazionali, ha raccolta nella sua prima giornata di prevendita 735 milioni di dollari. Vargas ha spiegato che la creazione della valuta virtuale fa parte di una strategia di politica economica per sorpassare le sanzioni economiche degli Stati Uniti e dell'Unione europea contro il regime di Maduro e potere accedere in questo modo al sistema finanziario internazionale.

E' però doveroso notare che nessun funzionario governativo ha fornito alcuna prova a sostegno della cifra diffusa dal presidente, tanto meno sono state rivelate le identità degli investitori. Ha aggiunto che il turismo, alcune vendite di petrolio e alcune transazioni petrolifere potrebbero essere fatte in Petro.

Come riportato da Reuters, Maduro avrebbe affermato che "sta nascendo una criptovaluta che può prendere il sopravvento su Superman", un probabile riferimento a quel Dollaro-tiranno che lo stesso presidente venezuelano aveva duramente attacco nei giorni precedenti. La corrente elettrica è razionata da mesi, gli uffici pubblici funzionano a singhiozzo, mentre si susseguono le proteste di chi non arriva alla fine del mese perché in mano ha il Bolivar, moneta che ormai è carta straccia.

Petro, la criptomoneta creata dal governo venezuelano, sembra avere conquistato investitori provenienti dalla Turchia, Qatar e Stati Uniti.

Il Petro ha come controvalore il barile di greggio, per cui un Petro corrisponde ad un barile, l'offerta complessiva è di 100 milioni di barili, ed il ministro del Commercio estero, Jose Vielma Mora, ha reso noto che "Nell'ambito della vendita di prodotti alimentari, un gruppo di società brasiliane si è detto d'accordo ad accettare Petro a partire dal 20 febbraio".