Luxottica, ok dell'UE alla fusione con Essilor

02 Marzo, 2018, 02:52 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Azioni Luxottica risultati 2017 con utile record e dividendo più ricco

La decisione di approvare la fusione Essilor-Luxottica si è basata sul test compiuto dalla Commissione europea su un campione di circa 4.000 ottici, dei cui risultati ha informato la Commissaria responsabile della Concorrenza, Margrethe Vestager.

Luxottica strappa al rialzo in Borsa dopo che la Commissione europea ha approvato il progetto di concentrazione con Essilor. A far risvegliare la "bella addormentata" del listino azionario italiano (a ieri sera la performance a un anno era pari a -0,8%) è stata la notizia del via libera incondizionato alla fusione tra il gruppo italiano e la francese Essilor da parte delle autorità antitrust europee, oltre che da quelle statunitensi.

Come accennato, il via libera alla fusione Luxottica-Essilor ha avuto un impatto immediato sul mercato. Ha affermato, inoltre, : "Poiché il risultato del test ha dissipato le nostre perplessità iniziali, possiamo dare la nostra approvazione incondizionata alla concentrazione".

Balzo all'insù di Luxottica che a Piazza Affari a metà pomeriggio segna un guadagno del 5,15% a 51,90 euro per azione dopo aver toccato un massimo intraday di 53 euro. Entrambe le società vendono i loro prodotti agli ottici che vendono occhiali e occhiali da sole finiti ai consumatori.

"Tra le iniziative di rilievo del 2017: il lancio delle lenti oftalmiche Ray-Ban, l'omogeneizzazione dei prezzi in tutti i canali di vendita, una maggior segmentazione e attenzione nella distribuzione wholesale e il continuo sviluppo delle piattaforme ecommerce dei marchi di proprietà, recita la nota".