Elezioni 2018, i primi Exit Pool: M5S primo partito, boom al Sud

05 Marzo, 2018, 00:50 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Istant poll Camera – LA7 fonte SWG

Molti partiti, specie nella coalizione di centrosinistra rischiano di non superare neanche l'1% e quindi non consegnare alcun voto ai big che reggono la coalizione.

I media stranieri parlano di un'Italia senza maggioranza, basandosi sui dati dei primi exit poll.

Primo exit poll di Quorum per SkyTg24: l'M5s è il primo partito al 30%, segue il Pd al 20,5%, poi Lega al 14,5% e Forza Italia a 14%.

Se così fosse la coalizione di Centro destra arriverebbe al 33.5 - 36.5 mentre quella di Centrosinistra arriverebbe a 25-28 per cento. Testa a testa tra Forza Italia e Lega, con una forbice identica tra il 13 ed il 16%. Liberi e Uguali tra il 3 e il 5%.

Leggero passo avanti della Lega nei confronti di Forza Italia. Il Pd è al 21-23%, Fi al 13,5-15,5%, Lega al 12,3-14,3, Leu al 5,2-6,2%, Fratelli d'Italia al 4,4-5,4%, Noi con l'Italia al 1,8-2,4%, +Europa al 2,8-3,4%, Civica Popolare 0,4%-1%, Insieme 0,5-1,1%.

Secondo l'istant poll realizzato da SWG per La 7 al proporzionale per la Camera l'M5s è il primo partito al 28,8-30,8%. Stessa lettura per la Bbc, che parla di "parlamento appeso con gli anti-establishment del M5S primo partito e la coalizione di centrodestra in testa".

Arrivano i primi exit poll sulle Politiche.

Sempre secondo i primi exit poll Attilio Fontana, candidato per il centrodestra, viene dato tra il 38 e il 42%, più staccato Giorgio Gori tra il 31 e il 35%. Per le Regionali, nel Lazio, 119 comuni su 378 hanno visto il 16,37% di affluenza. In Lombardia invece l'affluenza parziale è pari al 67,30%, nel 2013 fu del 76,71%. Si tratta di dati ancora parziali.