Facebook: in arrivo i messaggi vocali

07 Marzo, 2018, 10:56 | Autore: Abelardo Magnotti

Nei documenti presentati presso un tribunale della California, BlackBerry sostiene che Facebook abbia usato sistemi "innovativi per la sicurezza, l'interfaccia per l'utente e altre funzionalità che hanno portato al successo dei prodotti BlackBerry".

Una volta scelta l'offerta che più aggrada l'utente, di solito non un professionista iperqualificato (come su Linkedin) ma un lavoratore di livello medio (impiegati, operai, commessi, addetti vari), sarà possibile premere un pulsante "Apply" ed il social si occuperà di inoltrare una candidatura stilando un CV sulla base delle info professionali inserite (e modificabili) nel proprio profilo: in caso di riscontro positivo, sarà possibile fissare un appuntamento conoscitivo dopo una conversazione via Messenger. Immaginando un mondo ideale, se potessi definire tu le politiche di Facebook, come gestiresti questo: ""Un messaggio privato nel quale un adulto chiede a una 14enne di mostrargli foto di contenuto sessuale"?".

Prossimamente si potra aggiornare il proprio stato non solo con il classico messaggio di testo o con un video ma anche con delle clip audio. Un post vocale consente anche di condividere un pensiero velocemente, nel tempo di dirlo con la voce, e non obbliga ad apparire in video se si vuole dire qualcosa direttamente.

Il vicepresidente del Prodotto per Facebook, Guy Rosen, ha dichiarato che i sondaggi sono stati "un errore". Nella giornata di ieri la compagnia ha infatti sottoposto un questionario ad alcuni utenti, a cui ha chiesto se secondo loro è lecito usare il social per adescare minorenni.

Per fortuna, ciò non dovrebbe accadere di nuovo, visto che Facebook - tramite il responsabile del NewsFeed, Adam Mosseri - ha annunciato la retromarcia di Menlo Park che, tra qualche giorno, concluso l'esperimento di "Esplora", lo rimuoverà definitivamente dal social network, potendo contare - nel frattempo - sul rinnovato NewsFeed unico che, come noto, da qualche settimana mescola tutto privilegiando, grazie al nuovo algoritmo, i contenuti di amici e familiari.

Pensate che i messaggi vocali su WhatsApp siano una delle piaghe peggiori della vostra vita online?

A darne notizia su Twitter l'utente indiano Abhishek Saxena, subito dopo confermata da un portavoce di Facebook al sito TechCrunch.