Spotify: stretta sugli utenti che utilizzano applicazioni crackate per il Premium

08 Marzo, 2018, 09:51 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Spotify: stretta sugli utenti che utilizzano applicazioni crackate per il Premium

Gli amanti della musica e grandi fruitori di Spotify, il servizio che offre musica in streaming on demand, avranno certamente notato negli ultimi minuti qualcosa che non va nella propria app o tramite il sito ufficiale.

Spotify è la principale piattaforma per l'ascolto di musica in streming in Italia. Con 159 milioni di utenti in tutto il mondo, tra cui 71 milioni di sterline, il servizio è ancora molto avanti rispetto alla concorrenza, ma potrebbe presto essere superato da Apple Music negli Stati Uniti.

Il primo tipo di abbonamento è quello Spotify Free, la versione più conosciuta e secondo le statistiche più utilizzata in assoluto. Con l'account gratuito è possibile ascoltare un numero infinito di canzoni ma con qualche limitazione. Sul computer, la versione gratuita è completamente identica a quella premium.

Cosa bisogna fare se si riceve questa mail?

"Caro utente, abbiamo rilevato un'attività anormale sull'app che stai usando quindi l'abbiamo disabilitata".

Spotify, pronta a sbarcare a Wall Street, avrebbe iniziato a inviare una serie di mail di avvertimento contro gli utenti che utilizzavano app non ufficiali minacciando la chiusura o la sospensione dell'account utente. "Non ti preoccupare, il tuo account Spotify è al sicuro". L'azienda, com'è logico che sia, mira a massimizzare gli utenti abbonati, allo scopo di aumentare gli introiti, soprattutto alla luce delle recenti notizie riguardanti l'imminente debutto in borsa.

Per evitare che il problema fosse risolvibile con un semplice nuovo account, Spotify ha deciso di muoversi su più fronti: in questi giorni ha chiesto alla piattaforma Github la rimozione di una famosa mod chiamata Dogfood che viola il copyright dell'app ufficiale per Android. Addio dunque al tradizionale road show che di solito accompagna una initial public offering (Ipo), con l'ambizione dell'azienda svedese di democratizzare l'accesso in Borsa, rendendolo più trasparente.

Molti utenti che hanno o stanno utilizzando app pirata, stanno ricevendo email e messaggi ufficiali di Spotify che intimano la fine dell'utilizzo di tali software, altrimenti gli account verranno bloccati o chiusi.