Popolo della Famiglia contro Ballando con le Stelle: "Operazione di lobby"

12 Marzo, 2018, 04:56 | Autore: Cleonico Iarussi
  • I concorrenti di Ballando con le stelle

Il siparietto di Ciacci e compagno riecheggia in anticipo l'ultima delirante scena del pasoliniano "Salò", quella dei due giovanotti che si mettono a ballare insieme: la "scenetta innocua", per cui ora il Popolo della Famiglia sarà attaccato, fu scelta proprio dall'omosessuale eretico Pier Paolo Pasolini a sintesi e chiusura delle 120 giornate di Sodoma. "In prima serata davanti alla tv", è scritto nella nota del Popolo della Famiglia di Basilicata, "ci sono i bambini, è una operazione ideologica di una lobby".

La prima puntata di Ballando con le stelle è ormai alle porte: questa sera Milly Carlucci esordirà con la tredicesima edizione del suo storico talent show vip e le sorprese non mancheranno a partire dalla prima coppia completamente maschile.

È il 'Popolo della Famiglia' di Forlì che fa capo a Mario Adinolfi, conosciuto per le sue idee conservatrici che contrastano "il diffondersi dell'ideologia gender", ma anche l'aborto, l'eutanasia, il divorzio breve, l'unione civile e il biotestamento. "Presentarmi con una donna sarebbe stata una forzatura". Non ho mai trovato in balera due maschi che ballassero... MAI!. Al centro delle polemiche c'è la scelta del concorrente gay Giovanni Ciacci (il celebre GiòGiò di Detto Fatto) di accompagnarsi con un maestro di ballo, Raimondo Todaro, e non con una maestra. Milly Carlucci e Carolyn Smith, presidente di giuria, hanno sempre difeso questa posizione. Ma in Italia non tutti sono dello stesso avviso e nei social network sono già in molti ad esprimersi contro la storica decisione della Rai.

Nelle elezioni politiche dello scorso 4 marzo, in Basilicata, il Popolo della Famiglia - che fa riferimento al movimento nazionale presieduto da Mario Adinolfi - ha ottenuto lo 0,6% circa alla Senato e alla Camera. Il Popolo della Famiglia di Basilicata ha inviato una lettera alla sede Rai di Potenza "per protestare contro l'utilizzo dei soldi del canone delle famiglie per la messa in onda in prima serata televisiva della trasmissione 'Ballando con le stelle' che avrà per protagonisti due uomini che balleranno in coppia".