Casa » Sport

Sarri-Inter: zero gol in 180'. Juve, adesso la fuga scudetto?

12 Marzo, 2018, 19:45 | Autore: Ave Pintor
  • Inter-Napoli 0-0 partita tattica a San Siro Sarri sorpassato dalla Juventus

Lo 0-0 di San Siro pesa sul groppone degli azzurri che perdono la vetta della classifica e si fanno scalzare dalla Juventus, oggi a +1 e con una gara ancora da recuperare contro l'Atalanta. - "È il suo pensiero, io ho detto il mio". CONFRONTO. Martusciello poteva affiancare Sarri al Napoli, nel 2015, ma decise di restare ad Empoli, fedele alla società che gli aveva sempre dato fiducia.

"Abbiamo fatto una buona partita, ma manca la qualità".

Spalletti modifica il centrocampo e fa giocare dall'inizio Brozovic e Gagliardini in mediana, nei primi minuti ci prova Hamsik con due conclusioni dal limite ma la mira è sbagliata. La mossa si rivela però azzeccata perchè entrambi, in particolare il croato, giocano una buona partita arginando Hamsik, Jorginho ed Allan. Anche se, con le grandi, è diverso: i nerazzurri sono imbattuti nella doppia sfida con la Roma, hanno vinto il derby e pareggiato a Napoli e Torino.

Addio al primo posto- Col pareggio di stasera il Napoli dice addio al primo posto, scavalcato dalla Juventus, vittoriosa contro l'Udinese nel pomeriggio. Ventisei sono invece le gare in trasferta in Serie A in cui il Napoli è rimasto imbattuto (record nella storia del club) e non ha subito alcun gol nelle ultime quattro: solo nel 2015 è arrivato a cinque gare esterne di fila con la porta inviolata nel massimo campionato.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D'Ambrosio; Borja Valero, Vecino; Perisic, Rafinha, Candreva; Icardi. Il numero 24 partenopeo, a tu per tu con Handanovic, tenta però un pallonetto forse un po' troppo pretenzioso, che infatti esce sopra la traversa.

"Sai che il Milan ha speso più di noi?". Ora è vero che agli azzurri è rimasto solo il campionato e, anche nella settimana entrante, non avranno fatiche supplementari, mentre la Juve, per l'appunto, recupera. L'Inter si conferma più a suo agio nei momenti di guerra con le superpotenze che nel gestire l'ordinaria amministrazione "di pace".

Dopo il giro di interviste davanti alle telecamere, Maurizio Sarri si presenta nella sala conferenze del Meazza per commentare lo 0-0 contro l'Inter.