Casa » Sport

Juventus-Atalanta: probabili formazioni, orario e dove vederla in tv e streaming

13 Marzo, 2018, 13:16 | Autore: Ave Pintor
  • Juventus-Atalanta: probabili formazioni, orario e dove vederla in tv e streaming

La sfida contro la squadra nerazzurra infatti è molto importante per i risvolti che potrebbe avere in caso di vittoria da parte di Buffon e compagni: portarsi a più 4 dal Napoli infatti, in questa fase della stagione, rappresenterebbe un messaggio importante lanciato dalla Vecchia Signora alla squadra di Sarri.

L'Atalanta di Gian Piero Gasperini invece, dopo le cocenti delusioni rimediate in Europa League e in Coppa Italia, sta provando a dare un senso al campionato, centrando la qualificazione alle coppe europee anche per la prossima stagione. Il possibile +4 sarebbe un margine rassicurante anche in vista dello scontro diretto del 22 aprile prossimo all'Allianz, Udinese, Atalanta e Spal, tre partite in una settimana prima della sosta fondamentale per recuperare uomini ed energie. Il match sarà visibile in tv e streaming sia su Sky sia su Mediaset Premium. Conferme per il 4-3-3, con Khedira, Pjanic e Matuidi a centrocampo. Davanti, invece, il tridente dovrebbe essere lo stesso per la terza volta consecutiva: Douglas Costa-Dybala-Higuain.

Dopo la vittoria contro l'Udinese, Allegri dovrebbe optare per un undici pressoché ideale, con Douglas Costa sicuro di un posto da titolare e Mandzukic in ballottaggio con Dybala.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Spinazzola; Cristante, Ilicic, Gomez. All. Sulle fasce agiranno Hateboer e Gosens, mentre il duo di centrocampo sarà formato da De Roon e Cristante: Rizzo giocherà alle spalle di Ilicic e Cornelius.

"Se firmerei per il pareggio?" L'anno scorso, allo Juventus Stadium a vincere sono stati i padroni di casa: la gara terminò 3-1, con le reti decisive di Alex Sandro, Rugani e Mandzukic. La Juventus ha avuto però la meglio nell'ultimo incontro: il ritorno della semifinale di Coppa Italia, deciso da un rigore di Pjanic.