Casa » Sport

Momento toccante al Franchi: l'ultimo saluto ad Astori

13 Marzo, 2018, 04:51 | Autore: Ave Pintor
  • Fiorentina-Benevento probabili formazioni e statistiche

Un'atmosfera irreale, commossa e partecipe. Dobbiamo andare avanti per tutto quello che lui ha fatto. Soprattutto dopo l'atteggiamento generale dei suoi sostenitori. Se siamo tutti qui a piangerne sconsolati la scomparsa, significa che una nuova strada c'è, basta avere il coraggio e la forza per inziare a percorrerla. Prima dell'inizio, un maxi telo bianco, con impressa la maglia viola numero 13 di Astori e la scritta "Capitano per sempre" è stato posizionato in mezzo al campo, prima del fischio di avvio. Più che mai, in una giornata triste ma allo stesso tempo magica, dalle mille emozioni.

Ovvio che in un momento così emotivo certe cose si notano maggiormente.

I ragazzi di Stefano Pioli scendono in campo per il riscaldamento con la maglia numero 13, quella del loro capitano.

Dopo la lettura delle formazioni e il nome di Astori scandito dall'altoparlante sul maxischermo è stato trasmesso il video con le immagini più belle del capitano e la musica di Jovanotti, contrassegnato dalla maxi sciarpata in curva Fiesole. Basta guardare la stagione passata per vedere dove ci ha condotti il nostro lavoro: abbiamo vinto un Campeonato Catarinense, il Troféu João Saldanha, l'Oscar dello Sport, giocato la Libertadores e partecipato al prestigiosissimo Trofeo Joan Gamper col Barcellona. Poi la rete di Victor Hugo (alle 13.01, tra l'altro) e la dedica speciale ad Astori, colui che lo ha aiutato ad adattarsi fisicamente e tatticamente al calcio italiano. Un segno del destino.

Ancora tanta gente per Davide Astori. In tribuna anche i fratelli Della Valle. Un cordoglio incredibile, una città intera che piange colui che sportivamente la guidava verso una rinascita e che si era preso sulle spalle tutta la rosa. Poi, il difensore brasiliano corre in panchina ad abbracciare Pioli e a prendere una maglietta che raffigura astori. Nel Benevento Sagna agisce come terzino destro con Venuti a sinistra. Commovente anche l'omaggio dei tifosi sanniti prima del "lunch match" Fiorentina-Benevento. Le lacrime che caratterizzano l'intero pomeriggio, fino alla fine della partita. Al 25' sblocca la gara Vitor Hugo di testa sugli sviluppi di un corner. Al 18', sugli sviluppi di un corner, la palla arriva a Djuricic che prova a piazzarla nell'angolino ma Sportiello blocca a terra. Non si segnalano altre azioni di rilievo. La Fiorentina, del resto, si è allenata pochissimo.